Salisburgo-Milan, le pagelle della Gazzetta: Tonali combattivo, Calabria soffre da matti

I voti e le pagelle assegnate dalla Gazzetta dello Sport ai calciatori del Milan, dopo il pareggio comunque positivo di Salisburgo.

Guai a sottovalutare il girone di Champions League. In molti lo avevano detto a chi, dopo i sorteggi di Istanbul, apparivano contenti per le pescate del Milan.

tonali
Sandro Tonali (©LaPresse)

Ieri l’esame Salisburgo si è rivelato più ostico e difficile del previsto. Tanti pericoli, contro una squadra che sa giocare a calcio e vanta ottime individualità a livello tecnico.

La prestazione dei rossoneri a livello generale è stata sufficiente, non senza qualche affanno. Ma non molti a livello singolo si sono distinti per una buona prova alla Red Bull Arena.

I migliori in campo di Salisburgo-Milan

Come di consueto la Gazzetta dello Sport ha pubblicato oggi voti e pagelle dei calciatori del Milan. Non moltissimi gli elementi giudicati sufficienti, un calo generale di prestazione rispetto al derby di sabato scorso.

Alexis Saelemekers, autore del gol del pareggio, è considerato il migliore tra i rossoneri. Voto 6,5 per il belga che rappresenta la scelta giusta di Pioli dal 1′ minuto, per la rete e per diverse giocate pericolose.

Voto 6 per Maignan, che non fa una bella figura sul gol subito ma si rifà alla grande con almeno un paio di ottimi interventi. Sufficienti anche le prestazioni di Tomori, che sfrutta bene la sua fisicità in difesa, Tonali sempre combattivo in mezzo al campo e Leao che stavolta si accende a tratti.

Non sono dispiaciuti alla Gazzetta gli ingressi a gara in corso, anche questi sufficienti, di Pobega e Origi. Onesto apporto alla causa e qualche giocata pericolosa, soprattutto da parte dell’ex Liverpool.

I peggiori in campo: deludono Kalulu e Giroud

olivier g
Olivier Giroud (©LaPresse)

Diversi i calciatori del Milan bocciati dalla ‘rosea’. Non convincono in difesa né KaluluTheo Hernandez, entrambi giudicati con uno scialbo 5,5 in pagella. Il centrale si perde Okafor nell’occasione dell’1-0, il terzino si esalta in ripartenza ma dietro sembra ballare come ai vecchi tempi.

Voto 5,5 anche per un Bennacer che soffre la rapidità del Salisburgo e soffre nei contrasti, così come il neo acquisto Sergino Dest che dimostra ciò che ci si aspettava: brillante in fase di spinta, titubante quando c’è da difendere.

Note dolenti. Voto 5 pieno e palma del peggiore per Olivier Giroud. Partecipa poco al gioco e non sfrutta le poche occasioni capitate sul piede mancino, quasi sonnolente. Ma il francese è in buona compagnia: stesso voto insufficiente per un Calabria sofferente come poche volte, letteralmente abbindolato da Okafor. O per un De Ketelaere da cui ci si aspetta molto di più: a parte una giocata di prima sullo stretto, non si è praticamente mai visto.