Sampdoria-Milan, designato l’arbitro: c’è un pessimo precedente

L’AIA ha designato l’arbitro che dirigerà Sampdoria-Milan: si tratta di Fabbri, che con i rossoneri ha un noto precedente molto negativo.

Sabato sera il Milan affronterà la Sampdoria e andrà alla ricerca della prima vittoria in trasferta di questa stagione. Dopo i pareggi con Atalanta, Sassuolo e Salisburgo è ora di sbloccarsi fuori casa.

Calabria Quagliarella
Davide Calabria e Fabio Quagliarella nell’ultimo Samp-Milan(©LaPresse)

L’AIA ha designato l’arbitro Michael Fabbri per dirigere la partita della sesta giornata della Serie A 2022/2023. In sala VAR ci sarà l’arbitro Rosario Abisso con Salvatore Longo come assistente. I rossoneri hanno incrociato il fischietto di Faenza per otto volte, il bilancio è il seguente: quattro vittorie, due pareggi e due sconfitte.

Nella passata stagione il Milan è stato diretto da Fabbri nel 2-2 sul campo della Salernitana. Ma c’è un precedente che viene ricordato in particolare ed è negativo: quello del 6 aprile 2019. La squadra rossonera, allora allenata da Gennaro Gattuso, affrontò la Juventus a Torino e venne penalizzata da alcune scelte dell’arbitro.

Arbitro Fabbri, disastro in Juventus-Milan dell’aprile 2019

Al 35′ Fabbri non ha assegnato un rigore al Diavolo per l’evidente tocco di braccio di Alex Sandro sul cross di Hakan Calhanoglu. Nonostante sia stato richiamato dal VAR per l’on field review, non ha cambiato la sua decisione. All’87’ c’è la mancata espulsione di Mario Mandzukic, che già ammonito ha scalciato Alessio Romagnoli nell’area bianconera. Sarebbe stato cartellino rosso e calcio di rigore, il risultato era di 2-1 per la Juve. Neppure il VAR segnalò qualcosa e dunque il Milan fu penalizzato.

Arbitro Michael Fabbri
Arbitro Michael Fabbri: dirigerà Sampdoria-Milan (©LaPresse)

Nel post-partita arrivò anche lo sfogo di Leonardo, allora dirigente rossonero: “Siamo dispiaciuti per l’episodio del rigore non concesso. Se avessimo giocato male. Torniamo a casa con zero punti a causa di errori arbitrali. Il comportamento di Fabbri è stato inadeguato, di certo non all’altezza. L’ammonizione a Calhanoglu mi è sembrata incomprensibile senza parlare di un atteggiamento provocatorio. Un arbitro dovrebbe calmare, non aumentare la tensione”.

Dopo quel Juventus-Milan, Fabbri ha arbitrato i rossoneri sono altre due volte. Adesso sarà nuovamente lui a dirigere la squadra contro la Sampdoria a Genova, vedremo come andrà.