Sprazzi di De Ketelaere: il tempo consegnerà un campione al Milan

Sprazzi di genio ma poca continuità: Charles De Ketelaere va aspettato ma la sua classe cristallina è davvero sotto gli occhi di tutti

Per Charles De Ketelaere ci vuole pazienza. Il trequartista classe 2001, arrivato in estate dopo una lunghissima trattativa,  per 32 milioni di euro più tre di bonus, non ha ancora messo a segno il suo primo goal con la maglia del Milan.

Charles De Ketelaere
Charles De Ketelaere (©LaPresse)

C’era grandissima attesa per il calciatore belga. Il Diavolo ha investito tanto su di lui, convinto che possa diventare un protagonista assoluto della squadra di Stefano Pioli. L’inserimento da parte del mister è stato graduale. Alla prima di campionato è stato Brahim Diaz a giocare dal primo minuto. Di fatto tra lo spagnolo e De Ketelaere c’è stata una vera e propria staffetta.

Si sono alternati da titolari ma anche durante le partite si sono dati il cambio. Contro Inter e Salisburgo, però, è stato l’ex Club Brugge a scendere in campo dal primo minuto.

In Austria è arrivata, forse, la prestazione più deludente del 2001. Ha faticato, più di altre volte a dialogare con i compagni e a trovare la posizione giusta in campo. Il colpo di classe è comunque arrivato: c’è anche il suo zampino, infatti, in occasione del goal del pareggio. Poi ha fatto davvero poco. Brahim Diaz, subentrato al suo posto, però, non è certo riuscito a far meglio.

Come Tonali

Charles De Ketelaere
Charles De Ketelaere (©LaPresse)

Charles De Ketelaere, come dicevamo, va aspettato, come fatto con Tonali, esploso dopo un anno. La speranza è chiaramente che ci voglia meno tempo.

Anche contro l’Inter il belga è mancato nella continuità. Si è perso Brozovic, nel goal che ha portato i nerazzurri in vantaggio, ma ha dato l’anima per tutta la partita, riuscendo anche a mettersi in mostra con giocate d’alta scuola. Sprazzi del campione sul quale il Milan ha deciso di investire tanti soldi.

Le sue giocate più importanti, fino a questo momento, sono sicuramente i due assist, che han mandato in porta Rafael Leao e Pierre Kalulu, contro il Bologna. San Siro è tornato a sognare per i colpi del grande campione. Ora però bisogna pazientare, sapendo che ci vorrà del tempo per calarsi perfettamente nei meccanismi del Milan. Il tempo con Tonali ha ripagato, lo farà anche con De Ketelaere.