Milan, come gioca la Sampdoria: modulo e probabile formazione

La partita della Sampdoria contro il Milan sembra essere uno scoglio proibitivo per Giampaolo che rischia l’esonero. Ecco come scende in campo la compagine blucerchiata.

La Sampdoria di Giampaolo non riesce proprio a trovare la quadra e ad ingranare. A questo punto della stagione, la squadra blucerchiata ha raccolto davvero poco: due pareggi e tre sconfitte, che la piazzano al terzultimo posto della Serie A.

Sampdoria
Sampdoria

L’ultima sconfitta la dice lunga sulla situazione attuale dei blucerchiati: domenica 4 settembre, allo stadio Bentegodi, i liguri hanno perso 2-1 contro un’altra squadra in crisi, l’Hellas Verona. Ora però Giampaolo è davvero a rischio perché, quando i risultati non arrivano, a rimetterci è quasi sempre l’allenatore.

Sebbene Giampaolo abbia le sue responsabilità, le colpe di questo tracollo sono da addebitare ad una dirigenza che, dall’addio di Ferrero, ha fatto solo danni. Dopo un calciomercato fallimentare, in cui sono stati ceduti giocatori cardine come Candreva, Thorsby, Yoshida, Ekdal e Damsgaard, non c’è da sorprendersi se i risultati stentano ad arrivare.

Le parole di Giampaolo dopo Verona-Sampdoria

Nelle prossime partite, il mister blucerchiato sarà l’osservato speciale dei dirigenti della Sampdoria. L’allenatore della Samp ha comunque mostrato fiducia ai microfoni di Dazn nel post partita contro il Verona: “Approcciata bene, giocata bene, siamo andati anche in vantaggio. E in cinque minuti è successo l’imponderabile”.

Ora però, sembra che i dirigenti del club ligure ricambieranno questa fiducia solo per le prossime due gare. Se la partita contro il Milan sembra impossibile da portare a casa, è nel derby ligure con lo Spezia che Giampaolo si giocherà il tutto per tutto.

Verso Sampdoria-Milan: la probabile formazione

Il mister giulianese in queste ore ha svolto una miriade di prove tattiche per la Sampdoria a Bogliasco, dove ha studiato bene la soluzione migliore per sfidare il Milan al Luigi Ferraris. I rossoneri, che fino ad ora risultano imbattuti, rappresentano una vera mission impossible per i blucerchiati.

Ma l’idee di Giampaolo sono chiare: il modulo è il 4-3-1-2. Bereszynski e Augello si andranno a posizionare sulle fasce con Ferrari e Murillo che completeranno il quartetto difensivo. Rincon e Verre confermatissimi a centrocampo, ma resta vivo il ballottaggio tra Vieira e Villar, con il primo in vantaggio sul secondo.

Da sciogliere resta ancora il ritorno dal primo minuto di Djuricic. Sabiri insidierà la retroguardia rossonera andando a piazzarsi sulla trequarti e Quagliarella scenderà in campo dal 1′. Tuttavia, il dubbio più grande è quello sullo schieramento di Manolo Gabbiadini dall’inizio. Ora l’attaccante classe ’91 si sente prontissimo per scendere in campo ed insidiare la retroguardia rossonera. Chissà se Giampaolo gli concederà un maglia da titolare. Di seguito la probabile formazione.

Sampdoria (4-3-1-2): Audero; Bereszynski, Ferrari, Murillo, Augello; Rincon, Vieira, Verre; Sabiri; Caputo, Gabbiadini. All. Giampaolo