“Voglio stupire Pioli”, Saelemaekers sul dualismo con Messias

Interessante la dichiarazione di Alexis Saelemakers sul dualismo con Junior Messias. Il belga ha spiegato le sue sensazioni!

In questo inizio di stagione è stata messa fortemente in dubbio l’efficienza della fascia destra del Milan. È inevitabile notare la netta differenza con quella sinistra, in cui Theo Hernandez e Rafael Leao incutono timore ad ogni avversario e regalano perle di calcio stupefacenti.

Messias e Saelemaekers 20220913
Messias e Saelemaekers (©LaPresse)

Non che la fascia destra conti su giocatori di poca qualità. Sia Alexis Saelemaekers, Junior Messias e Davide Calabria possono essere considerati degli ottimi giocatori. Due ali e un terzino di tutto rispetto. In fase difensiva, col capitano Calabria a giocare largo la situazione non è per nulla criticabile.

Qualcosa sembra non quadrare in avanti, e quindi sulla parte destra della trequarti di Stefano Pioli. Saelemaekers e Messias mostrano dei limiti importanti, sia in fase d’interdizione che di costruzione verso la porta. Certo, in alcune partite sono protagonisti di ottime prestazioni, che non possono essere messe in dubbio. Basti pensare all’ultima di Saelemaekers contro il Salisburgo.

Anzi, nelle ultime due partite sono andati a segno proprio i due esterni destri del Milan. Alexis contro gli austriaci in Champions, e Junior in campionato nella difficile trasferta contro la Sampdoria. Eppure, ci si aspetta sempre qualcosa in più da questi giocatori, che nelle varie gare mostrano una discontinuità importante.

Saelemaekers: “Concorrenza positiva”

I tifosi rossoneri si aspettavano un colpaccio di mercato quest’estate per andare a rinforzare quella zona di campo. Hakim Ziyech o Marco Asensio i grandi nomi da sogno. Ma alla fine Paolo Maldini e Frederic Massara hanno scelto di non ritoccare il ruolo. Sono rimasti il brasiliano e il belga ad alternarsi, con Pioli che valuta di partita in partita quello che tra i due può essere più adatto al tipo di situazione.

Pioli e Saelemaekers
Pioli e Saelemaekers (©LaPresse)

Non c’è quindi un vero titolare sulla fascia destra, e probabilmente questa situazione fa un pò soffrire sia Saelemaekers che Messias. Intervistato nella conferenza stampa di Milan-Dinamo Zagabria, Alexis è stato proprio interrogato su questa “spietata” concorrenza con Junior. ”Mi stimola molto la concorrenza con un grande giocatore come Messias. Io faccio il possibile durante la settimana per stupire il mister, ma alla fine le scelte spettano a lui. Ma è bello e giusto avere concorrenza”.

Insomma, Saelemaekers ritiene positiva e corretta la grande concorrenza con il brasiliano. Un motivo in più per impegnarsi tanto e fare il massimo per aiutare la squadra. Come dargli torto? Magari, proprio questo dualismo potrà rivelarsi molto positivo per il Milan a lungo andare. I due avranno così tanto desiderio di stupire il proprio mister da superare ogni limite e mostrare maggiore incisività e continuità.