Niente Chelsea per Leao: “D’accordo con Maldini. Al Milan per crescere”

Si continua a parlare di Rafael Leao. Il Milan è intenzionato a blindarlo ma serve il sì del calciatore. Le dichiarazioni di Papin sul portiere e sui rossoneri

Torna a parlare Jean-Pierre Papin. L’ex giocatore del Milan – intervistato da La Gazzetta dello Sport – dice la sua sui francesi in squadra e si sofferma poi su Rafael Leao, in questo momento il miglior giocatore della Serie A.

Papin
Papin (©LaPresse)

Domani sarà sfida al Napoli. La squadra di Luciano Spalletti è certamente quella che sta meglio in questo momento. Il Diavolo dovrà fare a meno dell’attaccante portoghese ma potrà contare su altri campioni, a partire da Mike Maignan.

Sull’estremo difensore del Milan, Papin non ha alcun dubbio: “In questo momento è il miglior portiere al mondo – afferma l’ex rossonero -. Incide sempre 2-3 parate incredibili a partita, e poi non sbaglia mai: ha regolarità dei grandissimi. Era già forte al Lille ma il passaggio al Milan gli ha fatto fare il salto di qualità. Il futuro è suo, anche in Nazionale”.

Giroud come Ibrahimovic“Zlatan è un fenomeno da studiare. Per un centravanti oggi è sempre più complicato reggere ad alto livello quando l’età avanza. Olivier deve gestirsi con saggezza: deve essere consapevole che giocherà meno e girare a proprio favore questo aspetto. Se non chiederà troppo al suo corpo potrà mantenere certi standard”.

Avvio non esaltante per De Ketelaere “Il Bruges non è il Milan. E’ un salto che pagherebbe chiunque ma la stoffa c’è. Tonali? E’ in crescita continua, ha un grande senso della posizione, può diventare l’anima della squadra”

Capitolo Leao

Rafael Leao
Rafael Leao (©LaPresse)

Immancabile un accenno a Rafael Leao. La sua assenza sarà davvero pesante. Con Papin si parla anche del futuro dell’attaccante: “E’ un assenza pesante, inutile nasconderlo. Leao è il trascinatore: ha velocità, fantasia e segna gol importantissimi, come nel derby. Futuro? Sono d’accordo con Paolo, Leao guardi la rosa del Chelsea e si chieda: “Quando spazio troverei da titolare?”. Al Milan è un intoccabile, sa come esprimersi e conosce alla perfezione i compagni. Restare e crescere in rossonero è la scelta migliore”.