Shevchenko: “Ammiro Pioli, bello vedere il Milan vincere lo Scudetto”

Shevchenko è stato a Casa Milan e ha incontrato i tifosi presenti: ha anche parlato di un progetto per l’Ucraina e della squadra di Pioli.

L’affetto che lega Andriy Shevchenko al Milan e ai suoi tifosi è enorme. Anche se sono passati tanti anni da quando ha indossato la maglia rossonera, comunque rimane forte il legame con quei colori.

Andriy Shevchenko
Andriy Shevchenko (Foto AC Milan)

Oggi è la Giornata Internazionale della Pace e il Pallone d’Oro del 2004 si è recato a Casa Milan sia per incontrare i tifosi sia per ringraziare il club per aiutare l’Ucraina. Com’è noto, la patria di Sheva è stata vittima di un attacco militare da parte della Russia e la popolazione sta vivendo mesi drammatici.

Fondazione Milan ha promosso un serie di iniziative riunite all’interno del programma AC Milan for Peace. Sono previste raccolte fondi e anche quelle di beni materiali, aste di beneficenza, un servizio telefonico di ascolto e orientamento, gli Special Camp per i più giovani e anche la realizzazione di una maglia Special Edition – Manchester 2003 for Ukraine.

Shevchenko ringrazia il Milan ed esalta la squadra di Pioli

Shevchenko ha concesso un’intervista ai canali ufficiali del club e si è mostrato molto grato per quanto fatto a favore del suo Paese: “Ho l’opportunità di dire grazie a Fondazione Milan per il supporto che ha dato all’Ucraina durante questo periodo di guerra. Ringrazio anche tutti i tifosi rossoneri che hanno partecipato alla raccolta di fondi, è stato molto importante. Abbiamo realizzato un bel progetto col Comune di Milano per aiutare i rifugiati ucraini e sta funzionando, anche grazie al Milan”.

Andriy Shevchenko
Andriy Shevchenko (Foto AC Milan)

Tra le iniziative intraprese c’è quella riguardante la ricostruzione dello stadio di Irpin. L’ex calciatore ne va fiero: “Il mondo dello sport ha reagito bene, non solo con le parole ma anche con i fatti. Un mese fa sono andato a visitare la città di Irpin, forse la più colpita nei primi mesi. L’80% delle abitazioni sono andate distrutte. Il sindaco ci ha mostrato tutto, anche lo stadio. Io ci andavo per il Summer Camp con la Dinamo Kiev. In mezzo a tutto stavano giocando i bambini e ho chiesto come poter aiutare. Lui ci ha detto che il regalo più bello sarebbe stato rifare lo stadio, così da dare ai bambini di giocare. Con Fondazione Milan abbiamo deciso di ricostruirlo”.

Sheva è contento che numerosi tifosi hanno deciso di acquistare la maglia speciale che è stata realizzata a scopo benefico: “Fondazione Milan ha creato questo bellissimo ricordo legato a me e alla finale di Champions League a Manchester. Per i tifosi milanisti è stato un momento speciale, anche per me lo è stato. Voglio ringraziare tutti coloro che hanno partecipato comprando la maglia per aiutare i rifugiati ucraini e al ricostruzione dello stadio di Irpin”.

Infine il campione ucraino ha parlato anche della Serie A e della squadra di Stefano Pioli: “Il calcio italiano in generale è in crescita, c’è più competizione e il livello si è alzato. Bello vedere delle buone partite, ci sono più squadre che possono lottare per lo Scudetto. Pioli ha fatto un grande lavoro, ammiro tanto come lui ha gestito le situazioni difficili e ha trasformato la squadra per vincere. È stato bello rivedere il Milan rivincere lo Scudetto, alzando la coppa dopo tanti anni. Una bella emozione vedere i tifosi milanisti gioire”.