Gerry Cardinale presto a Milano: tutti gli obiettivi del blitz

Gerry Cardinale presto sarà a Milano, non solo per vedere la squadra da vicino: ci sono altri obiettivi importanti in agenda.

Dopo essere stato in Italia per assistere al derby contro l’Inter, Gerry Cardinale è pronto a fare il suo ritorno. A inizio ottobre dovrebbe essere nuovamente a Milano.

Cardinale Maldini Gazidis
Paolo Maldini, Gerry Cardinale e Ivan Gazidis (©LaPresse)

Il piano è quello di essere a San Siro per la sfida di campionato contro la Juventus e di assistere pure a uno dei due match di Champions League contro il Chelsea (andata a Londra, ritorno a Milano). Lo ha rivelato l’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport. Non c’è ancora la conferma ufficiale del viaggio, ma l’idea è quella descritta.

Il blitz del nuovo proprietario rossonero non servirà solo per guardare da vicino la squadra, ovviamente. Ci sono alcuni temi molto importanti che verranno discussi, eventualmente.

Rinnovi e stadio: l’agenda di Cardinale

Il Milan ha un’opzione per prolungare il contratto di Stefano Pioli da giugno 2023 a giugno 2024. C’è totale sintonia con l’allenatore emiliano e il suo rinnovo appare scontato. Da capire solamente quando il club rossonero deciderà di esercitare la clausola. L’arrivo di Cardinale in Italia potrebbe servire anche a questo. Lo scorso anno il mister firmò a novembre, stavolta la firma potrebbe essere anticipata.

A proposito di rinnovi, la presenza dell’uomo d’affari italo-americano a Milano potrebbe essere utile a sbloccare quelli di Pierre Kalulu, Ismael Bennacer e Rafael Leao. Si tratta di tre giocatori importanti per Pioli e la dirigenza è in contatto abbastanza costante con i rispettivi agenti. Non c’è ancora un accordo, ma si spera di giungere con tutti alla fumata bianca.

Il prolungamento contrattuale più difficile è senza dubbio quello di Leao, che deve anche versare un corposo risarcimento (quasi 20 milioni da dividere col Lille) allo Sporting Lisbona. Il portoghese vorrebbe rinnovare con il Milan, però spera di essere anche aiutato in questa pendenza con il suo ex club. Non è una situazione semplice.

Cardinale a Milano si occuperebbe anche della questione stadio. La prossima settimana partirà il dibattito pubblico sulla realizzazione del progetto a San Siro. Si tratta di un tema prioritario per il numero 1 di RedBird Capital Partners, che vuole aumentare in maniera considerevole i ricavi del Milan in futuro. Disporre di un nuovo impianto sportivo è fondamentale per ridurre il gap dalle più forti squadre d’Europa.