Dall’infermeria finalmente una notizia positiva: Milan, sta per tornare

Pellegatti ha fatto delle rivelazioni riguardanti le condizioni di Origi e il suo rientro a disposizione di Pioli: le notizie sono incoraggianti.

Finora il Milan non è riuscito a utilizzare Divock Origi come avrebbe voluto a causa dei problemi fisici del giocatore. L’ex Liverpool ha saltato le partite contro Sassuolo, Sampdoria e Napoli per un’infiammazione a un tendine che porta a sovraccarichi muscolari.

Stefano Pioli
Stefano Pioli (©LaPresse)

L’attaccante belga ha accusato questo tipo di infortunio già nel finale della sua esperienza al Liverpool. Nonostante lo staff rossonero abbia fatto tutto il necessario per aiutarlo nel pieno recupero, il problema si è ripresentato. Il giocatore è anche volato in Belgio per delle cure specifiche.

Stefano Pioli spera di averlo ai suoi ordini al più presto. Dopo la sosta nazionali, ci ci sarà la trasferta a Empoli e poi il trittico Chelsea-Juventus-Chelsea. Purtroppo, il mister rossonero deve fare i conti anche con gli infortuni di altri giocatori: basti pensare a Davide Calabria, Theo Hernandez, Sandro Tonali e Mike Maignan.

Milan, Pellegatti dà notizie su Origi

Carlo Pellegatti in un video pubblicato sul suo canale YouTube ha fornito degli aggiornamenti sulle condizioni di Origi: “Sta molto meglio. Dovrebbe cominciare a inizio della prossima settimana a correre sul campo. Se il giocatore lascia la palestra per tornare in campo, significa che sta bene. Queste notizie mi sono arrivate da persone vicine all’entourage“.

Quando potremo rivedere l’ex Liverpool tra i convocati di Pioli? Il noto giornalista ha risposto così: “Mi dicono che se la corsa sarà positiva e non avvertirà dolore, potrebbe essere a disposizione e andare in panchina a Empoli. Comunque dovrebbe esserci sicuramente con il Chelsea, se tutto andrà bene“.

Pellegatti ha detto anche che Calabria e Tonali dovremmo vederli a inizio della prossima settimana. C’è cauto ottimismo. Non rimane che attendere, dunque. Pioli spera che non ci siano problemi ulteriori.