Niente Milan a gennaio: “Non se ne parla”, l’annuncio del presidente

Le parole del numero uno del club non lasciano alcun dubbio: a gennaio non vestirà la maglia del Milan. Ecco le dichiarazioni 

Sono davvero tanti i calciatori accostati al Milan in questo periodo. Il calciomercato si è chiuso meno di un mese fa ma i profili in orbita rossonera sono parecchi.

Casa Milan
Casa Milan (©LaPresse)

Si sta parlando soprattutto di attaccanti. Il Milan, ancora una volta, si è ritrovato con la coperta corta in avanti. Il solo Olivier Giroud non può bastare. I rossoneri hanno deciso di dare fiducia ad Ante Rebic e Divock Origi. Fiducia fino a questo momento non ripagata. Il Diavolo crede tanto nel croato e nel belga e si augura che ben presto possano dare una mano a Stefano Pioli ma guardare ad un profilo giovane appare un dovere.

Gli ultimi infortuni, legati a Maignan e Theo Hernandez, hanno spinto a guardare ad altre soluzioni anche tra i pali e sulla sinistra. Si parla di Terracciano al posto di Tatarusanu come secondo portiere.

Per il ruolo di terzino mancino, il Diavolo, in estate, ha deciso di trattenere Ballo-Toure. E’ l’ex Monaco l’indiziato numero uno a sostituire Hernandez. E’ evidente che se Pioli dovesse prendere altre decisioni, il ruolo di Toure verrebbe messo ulteriormente in discussione.

Dopo Balo-Toure

Si guarda così ad un nuovo vice Theo Hernandez. Tra i profili che interessano al Milan c’è da tempo Fabiano Parisi. Il giocatore dell’Empoli, che sarà il prossimo avversario dei rossoneri, sta dimostrando di essere pronto al salto di qualità.

Sono diverse le squadre interessate all’italiano. Milan, Inter, Juve, Napoli e Lazio ci stanno pensando ma a gennaio non si muoverà Lo ha affermato il presidente Corsi, ai microfoni di  Radio Incontro Olympia: “Posso dire che la Lazio è una delle squadre che lo hanno cercato, ma ho deciso: a gennaio non se ne parla di cedere Parisi, il motivo è chiaro”.

“Ascolto domande di mercato intorno ai giocatori dell’Empoli che, oltre a farmi arrabbiare ed a rompermi le scatole, non voglio nemmeno prendere in considerazione perché il mio compito da presidente è proteggere i miei ragazzi ed in generale tutto l’ambiente Empoli che per me è un patrimonio da salvaguardare”.