Supercoppa Milan-Inter, cambia tutto: la nuova proposta fa discutere

Potrebbero cambiare a sorpresa i programmi per la Supercoppa Italiana 2022 che si disputerà tra Milan e Inter a gennaio.

Uno degli appuntamenti più attesi della stagione calcistica in Italia è certamente la finale di Supercoppa Italiana. La competizione che vede sfidarsi ogni anno i campioni d’Italia in carica e i detentori della Coppa Italia.

derby
Lautaro e Bennacer nel derby (©LaPresse)

L’edizione 2022, che si disputerà però non prima di gennaio prossimo, vedrà il ritorno del derby milanese. Milan-Inter sarà la finale di Supercoppa, match sentitissimo e pronto ad appassionare i tifosi.

Ma proprio in vista di questo evento, si registrano dei possibili clamorosi cambiamenti. In particolare riguardo la location della sfida, che potrebbe mutare proprio in extremis.

L’Ungheria vuole ospitare la Supercoppa 2022: scoppia il caos politico

Da mesi si sa che ad ospitare l’edizione 2022 della Supercoppa Italiana dovrebbe essere l’Arabia Saudita. Il ricco paese mediorientale ha dato la propria disponibilità alla Lega Serie A, con tanto di organizzazione informale partita a Riad.

Il 18 gennaio 2023, almeno sulla carta, Milan e Inter dovrebbero sfidarsi nella capitale saudita, precisamente nel King Saud University Stadium. Ma secondo quanto rivelato da La Repubblica, potrebbe arrivare una modifica last-minute davvero inaspettata.

Pare infatti che il Governo ungherese abbia lanciato la proposta di ospitare a Budapest la Supercoppa tra Milan e Inter, stravolgendo così i piani della Lega. Il primo ministro Viktor Orban ha personalmente inviato in Italia questa offerta, mettendo sul piatto 8 milioni di euro per ospitare l’evento.

orban
Viktor Orban (©LaPresse)

Milan e Inter potrebbero considerare positivo questo eventuale cambio di location. I due club, alla ripresa dei campionati dopo il Mondiale, si eviterebbero così un viaggio infrasettimanale da più di 5 mila chilometri fino a Riad. Meglio un tragitto di un’oretta in aereo per Budapest.

Scatta però un problema politico a seguito della proposta ungherese. Orban è leader molto discusso dall’Unione Europea, per l’ideologia tipicamente di destra e conservatrice. Non a caso all’interno della Lega Serie A c’è perplessità sull’assegnare all’Ungheria la Supercoppa. Lo stesso presidente Lorenzo Casini non vede di buon occhio un’ipotesi del genere, visti anche i buoni rapporti col governo saudita.

Chissà se molto dipenderà dal risultato delle elezioni odierne in Italia. Una frangia politica di centro-destra, piuttosto nota, ha ottimi rapporti con Orban. Lo spostamento di Milan-Inter dal medioriente in direzione Budapest passerà anche da questi intrighi governativi.