Leao campione indiscusso: Cardinale non ha alternative

Una prestazione fantastica che certifica l’importanza di Leao al Milan. Blindarlo per sognare in grande è un obbligo per i rossoneri

Ormai non ci sono più parole per Rafael Leao. Stamani l’attaccante portoghese viene celebrato dai quotidiani, che scrivono di Milan.

Rafael Leao
Rafael Leao (©LaPresse)

Il classe 1999 è stato l’autentico trascinatore dei rossoneri, come gli capita, ormai da un anno a questa parte. La sua partita, contro l’Empoli, si era aperta con un rigore in movimento, su assist al bacio di De Ketelaere, tirato troppo centralmente. Poi il solito Leao, letteralmente scatenato, che saltava gli avversari come fossero birilli.

Nessuno è riuscito a fermarlo. Così c’è il suo zampino in tutti i goal: è suo l’assist per Ante Rebic per il primo centro del Diavolo. Nella rete di Ballo-Toure fa partire l’azione con il lancio per la testa di Rade Krunic, che serve il terzino senegalese. A tempo scaduto, infine, il gol del definitivo 3 a 1, con una cavalcata fantastica verso la porta e con un tocco sotto da vero campione.

Non serviva una prestazione del genere per certificare la grandezza di Rafael Leao. Ormai se ne sono accorti proprio tutti, anche se qualcuno continua a sostenere che il portoghese si assenti troppo all’interno della partita. La realtà è che l’ex Lille è cresciuto anche sotto questo aspetto, riuscendo ad essere un punto di riferimento costante per i compagni di squadra.

Milan, nessuno come Leao: leader indiscusso

In Serie A non c’è un calciatore come Rafael Leao. Il portoghese ha realizzato quattro gol e quattro assist in questo inizio di campionato, in sette partite giocate. E’ una macchina inarrestabile.

Rafael Leao
Rafael Leao (©LaPresse)

Rinunciare al classe 1999 che ha ancora importanti margini di miglioramento sarebbe un grosso peccato. Paolo Maldini sa perfettamente che un Milan senza Leao sarebbe tutta un’altra cosa. Se i rossoneri vogliono diventare grandi non possono fare a meno del loro campione.

Serve dunque blindarlo. Il tempo stringe. Il contratto scade il 30 giugno 2024 ma le pretendenti, Chelsea, su tutte sono in continuo pressing. Gerry Cardinale deve dare un segnale chiaro, mettendo in cassaforte il suo diamante migliore. Leao ha dimostrato di valere i 7/7,5 milioni di euro netti a stagione che richiede. Bisogna fare in fretta, anche perché il valore del portoghese è destinato a salire ancora