Emergenza totale a destra: doppia opzione per Chelsea-Milan

Il Milan e mister Pioli devono reinventare la corsia di destra in vista del match contro il Chelsea, per via dei tanti infortuni.

La parola emergenza non dovrebbe esistere nel calcio di oggi, dove le grandi squadre vantano rose lunghe e quasi interminabili. Ma in casa Milan tutto è possibile.

Pioli
Stefano Pioli (©LaPresse)

I rossoneri stanno soffrendo per via dei numerosi infortuni delle ultime settimane. In particolare su un lato del campo: la corsia destra, letteralmente falcidiata.

Basti pensare che Stefano Pioli dovrà fare a meno dei due terzini di maggior spessore, ovvero Calabria e Florenzi entrambi lungodegenti, sia degli esterni offensivi Saelemaekers e Messias. Tutti e quattro saranno certamente out per Chelsea-Milan di mercoledì.

Le due combinazioni di Pioli sulla destra: Dest è il jolly

Con tutte queste defezioni, mister Pioli sta ragionando su due opzioni differenti in vista di Chelsea-Milan. Esperimenti obbligati per la corsia destra, sia in difesa che in attacco.

La prima soluzione è la più logica. Sergino Dest, arrivato appositamente nel finale del mercato estivo, schierato come terzino destro puro. Davanti a lui il tuttofare Rade Krunic, che già nel secondo tempo di Empoli-Milan ha giocato largo a destra, ruolo che raramente lo aveva visto protagonista.

Sergino Dest (©LaPresse)

C’è anche un’alternativa da tenere in considerazione. Ovvero con Dest schierato in posizione più avanzata, proprio da esterno destro offensivo nel 4-2-3-1 di partenza. Alle sue spalle agirebbe invece Pierre Kalulu, che originalmente giocava da terzino in Francia.

Questa seconda opzione però sarebbe possibile solo in caso di recupero di Simon Kjaer, uscito malconcio dal Castellani, il quale agirebbe al centro della difesa con Tomori. Da escludere la possibilità che Pioli faccia ulteriori esperimenti contro il Chelsea, come l’inserimento di Gabbia dal 1′ minuto o lo spostamento di Brahim Diaz sulla fascia.