C’è ancora speranza: Milan, può succedere davvero

Il punto sugli infortunati: alcuni giocatori sono pronti a tornare ad allenarsi in gruppo. Ecco di chi si tratta. Pioli incrocia le dita

Ieri è arrivato il comunicato sullo stop di Alexis Saelemaekers. “Il belga durante la partita di Empoli ha subito un trauma distorsivo del ginocchio sinistro. Gli esami effettuati questa mattina hanno evidenziato una lesione parziale del legamento collaterale mediale. Il giocatore seguirà un trattamento conservativo”. 

Pioli
Pioli (LaPresse)

Per l’esterno di Stefano Pioli il 2022 può considerarsi finito, almeno quello in maglia rossonera. Il Milan deve fare i conti con i tantissimi infortuni.

Fra poche ore conosceremo nel dettaglio anche le condizioni di Simon Kjaer e Davide Calabria. Entrambi si sono fermati per un guaio muscolare, al flessore destro ma l’entità del problema verosimilmente sarà diverso.

Per il terzino destro si teme qualcosa di più serio. Il rischio che anche il capitano torni solo nel 2023 è davvero concreto. Per il centrale, invece, c’è la speranza che si sia fermato in tempo. E’ evidente, però, che contro il Chelsea non ci sarà al pari di Alessandro Florenzi, Zlatan Ibrahimovic, Alexis Saelemaekers e Mike Maignan.

Milan, recuperi imminenti

Stefano Pioli
Stefano Pioli (©LaPresse)

Nella lista degli infortunati risultano ancora Divock Origi, Theo Hernandez e Junior Messias ma per i tre c’è ancora la speranza di vederli a Londra.

Ieri sono arrivate novità positive soprattutto per quanto riguarda l’attaccante, che si è allenato parzialmente in gruppo. Il terzino, invece, ha svolto un lavoro personalizzato. La sfida al Chelsea non è ancora persa del tutto ma l’obiettivo più concreto appare la Juventus. In casa Milan, dunque, incrociano le dita, anche per il brasiliano, fermato solo per un affaticamento al polpaccio.

Contro gli inglesi, Stefano Pioli sarà in piena emergenza. In difesa le scelte sono obbligate: Dest, Kalulu, Tomori e Ballo-Toure non hanno alternative, a parte Gabbia. Thiaw, infatti, non è in lista così come Vranckx e Adli. Sulla destra, in avanti, si scalda Rade Krunic, che contro l’Empoli è stato decisivo.

In avanti, però, finalmente, l’emergenza appare finita, con i recuperi di Rebic, già fondamentale al Castellani, e Origi.