Milan, Giroud sul contratto: “È in scadenza ma non mi pongo limiti”

L’attaccante rossonero ha parlato all’Equipe e si è detto soddisfatto del suo inizio di stagione. Sul futuro le sue parole sono state chiare

Il centravanti del Milan, Olivier Giroud, si sta confermando come uno dei protagonisti nelle fila rossonere anche in questo nuovo inizio di stagione. L’ex Chelsea è partita alla grande pure quest’anno e Pioli ha fiducia cieca in lui.

Giroud
Giroud (©LaPresse)

L’ex Chelsea è l’unica che sta dando garanzie nell’attacco rossonero, dal momento che i diversi infortuni hanno fermato sia Divock Origi che Ante Rebic. Giroud in questo periodo si è ritrovato a partire da titolare con la maglia del Diavolo per otto partite consecutive, alle quali vanno aggiunte quelle con la propria nazionale, e i risultati sono sempre stati ottimi.

Di questo l’attaccante ha parlato in un’intervista all’Equipe, nella quale ha specificato: “Sono tornato dalle vacanze in ottima forma dopo essermi riposato. Il nostro finale di stagione era stato difficile per la corsa scudetto. Lo abbiamo cercato e raggiunto, e adesso sarà ancora più dura perché dovremo confermarci. Ho anche iniziato bene con quattro gol e un assist in otto partite di Serie A e un altro in Champions”.

Giroud all’Equipe: “Ora sto bene, poi vedremo”

Giroud ha poi parlato anche del suo futuro al quotidiano francese: “L’ho sempre detto: finché avrò le capacità fisiche, finché il mio corpo me lo consentirà, cercherò di raggiungere il livello più alto. Nella mia testa tengo sempre questa grande motivazione. Due anni fa mi ero detto di continuare per altri due anni, ma ora sto ancora molto bene. Andrà a scadenza a fine anno, poi vedremo. Ma non mi fisso dei limiti”.