De Ketelaere, il giudizio è durissimo: “Tenero come un grissino”

Pioggia di critiche per il rossonero dopo Chelsea-Milan. Le aspettative, al momento, non sono state soddisfatte. Il giudizio del quotidiano è molto aspro!

Inutile dire che il Milan, ieri sera contro il Chelsea, ha messo in campo la prestazione più deludente della stagione sin qui. Le numerose assenze hanno sicuramente pesato, ma il gioco dei rossoneri è stato davvero al di sotto di ogni previsione. Errori in costruzione, in difesa, in fase di interdizione. Troppi errori!

De Ketelaere vs Loftus-Cheek
De Ketelaere vs Loftus-Cheek (©LaPresse)

Il 3-0 è un risultato pesantissimo, e non sarà facile dimenticarlo in fretta. Ci si aspettava di più da ogni giocatore, a partire da Charles De Ketelaere, uno che nelle scorse stagioni in Champions League col Club Brugge aveva mostrato grande estro e fantasia. Il belga dovrebbe essere già abituato a certi tipi di sfide. Eppure, le sue prestazioni sono ancora al di sotto della media.

E non solo in Champions League! Anche in campionato il classe 2001 sta faticando parecchio. Sicuramente adattarsi ad un nuovo campionato, ad una nuova cultura e lingua, non è facile per nessuno. Figurarsi per un ragazzo così giovane! Purtroppo, però, in determinati periodi della stagione c’è l’esigenza di farsi trovare pronti e non rischiare così tanto.

Le critiche a De Ketelaere dopo la gara di ieri sono state numerosissime. Il quotidiano sportivo ha usato una locuzione precisa per descrivere l’atteggiamento del belga contro il Chelsea.

De Ketelaere, la Gazzetta non usa mezzi termini

Sul finire del primo tempo, Charles De Ketelaere ha avuto una ghiottissima occasione per segnare il pareggio rossonero. Purtroppo, però, troppa poca decisione, cattiveria e grinta lo hanno condotto ad un quasi passaggio al portiere Kepa. Proprio da quel tiro, la Gazzetta dello Sport ha tirato fuori una descrizione generale della prestazione del belga contro il Chelsea.

Charles De Ketelaere
Charles De Ketelaere (©LaPresse)

Piattino, in tutti i sensi. Senza picchi lui, tenero come un grissino il suo piatto nell’azione clou. Aggredito fisicamente, cerca poco la palla, salta l’uomo all’inizio e poi no”. Questo il giudizio della rosea a Charles, con un netto 4,5 in pagella.

Non si può dare torto alla descrizione de La Gazzetta. In quell’occasione, De Ketelaere avrebbe sicuramente potuto fare meglio e in generale essere più coraggioso in zona di rifinitura. Ma adesso è solo il momento di alzare la testa e provare a riscattare la pessima prestazione, lui e il resto della squadra.