Leao punta Ibrahimovic e Kakà: fissato il prossimo obiettivo

Leao si sta confermando un giocatore decisivo nel Milan: nelle prossime partite potrebbe raggiungere delle statistiche di Ibrahimovic e Kakà.

A Londra non ha brillato, ma Rafael Leao è stato forse l’unico a creare qualche problema al Chelsea. Stasera a San Siro contro la Juventus conta di incidere maggiormente e di guidare la squadra verso la vittoria.

Rafael Leao
Rafael Leao (©LaPresse)

Il Milan ha bisogno di una sua grande prestazione per sconfiggere una diretta rivale per lo Scudetto, che andrebbe a -7 nel caso. Il portoghese ha già fatto vedere di poter essere decisivo nei big match e stasera vuole essere protagonista. In questa stagione ha finora messo insieme 4 gol e 7 assist in 10 presenze tra Serie A e Champions League, punta a migliorare il suoi numeri.

Milan, Leao raggiungerà Ibrahimovic e Kakà?

Leao nell’anno solare 2022 ha collezionato 11 gol e 11 assist, risultando così decisivo in 22 reti realizzate dal Milan. Come evidenziato da La Gazzetta dello Sport, ci sono solo due calciatori che con la maglia rossonera sono riusciti a fare meglio in Serie A: Zlatan Ibrahimovic (26 nel 2020) e Ricardo Kakà (27 nel 2008).

Gli restano altre 7 partite di campionato per entrare in altre azioni da gol della squadra e raggiungere Ibra o addirittura Ricky. Non è qualcosa di impossibile, considerando i numeri che ha messo insieme in questa prima parte di stagione. E il rientro di Theo Hernandez contro la Juventus può aiutarlo ad essere più pericoloso in fase offensiva, visto che i due si trovano molto bene quando sono in campo contemporaneamente.

Certamente Massimiliano Allegri avrà preparato qualche soluzione per provare a limitare la fascia sinistra del Milan. Theo e Rafa sanno essere devastanti e con le loro qualità possono creare difficoltà a qualsiasi difesa. La vittoria rossonera a San Siro passa molto dai loro piedi. Stefano Pioli spera che siano entrambi ispirati e che possano trascinare i compagni verso 3 punti che sarebbero fondamentali prima di affrontare nuovamente il Chelsea in Champions League.