Highlights Milan-Juventus, la sintesi del match di Serie A – VIDEO

Milan-Juventus, big match della 9.a giornata di Serie A. La cronaca con gli highlights della partita in programma a San Siro sabato 8 ottobre

Tutto esaurito a San Siro per Milan-Juventus. Grande sorpresa nell’undici iniziale rossonero con Pobega terzo di centrocampo e Diaz preferito a Krunic nel tridente a supporto di Giroud.


Inizio di partita favorevole alla Juventus che approfitta di un certo sbandamento del Milan nell’abituarsi al nuovo modulo. La spinta bianconera si esaurisce con un tiro sul fondo di Cuadrado e una conclusione troppo centrale di Milik. Pian piano però il Milan prende campo. Sugli sviluppi di. un calcio di angolo, Leao devia di tacco sul palo. Non sarà il primo legno del portoghese che ne colpisce poco dopo un altro con un tiro dai 20 metri sul quale Szczęsny non sarebbe arrivato in tuffo.

Nel finale di primo tempo, il vantaggio del Milan. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, la palla arriva a Tomori che trafigge Szczęsny da distanza ravvicinata. Corner – va detto – nato da un fallo evidente di Hernandez su Cuadrado sul quale Orsato ha sorvolato. Proteste dei bianconeri ma all’intervallo, il Milan è avanti 1-0.

Forte del vantaggio, il Milan inizia in grande fiducia il secondo tempo, pressando costantemente una Juve che non riesce a ripartire. Al 55′, un passaggio in orizzontale di Vlahovic manda Diaz a rete. Brahim resiste al ritorno dei difensori bianconeri e batte Szczęsny. Leao si carica sulle spalle il compagno mentre San Siro balla di gioia per il raddoppio che consolida la supremazia rossonera.

Sul 2-0, il Milan è in pieno controllo della partita e manca alcune occasioni potenziali per l’affondo finale. Emblematica l’azione di Hernandez che dribbla Szczęsny e anziché servire i compagni al centro, prova un improbabile pallonetto. La reazione della Juve si esaurisce in un colpo di testa di Milik e in un’azione di Kean contrato da Kalulu al momento del tiro.

Nel finale Origi si fa parare da Szczęsny il tiro del possibile 3-0 ma va bene così. Il Milan vince 2-0 con merito e raggiunge il Napoli e l’Atalanta in vetta alla classifica in attesa dei match di domani.

Milan-Juve, la presentazione

Punti importanti in palio a San Siro. I rossoneri, reduci dal 3-0 con il Chelsea in Champions League, puntano quantomeno a mantenersi in scia con il Napoli impegnato domani a Cremona. La Juve, dopo il ko a Monza pre pausa, ha reagito battendo Bologna e Maccabi. Con un altro risultato positivo, i bianconeri si porterebbero a -1 dal Milan, accorciando ulteriormente le distanze dalle prime posizioni.

Milan-Juventus, le formazioni ufficiali

Pioli deve fronteggiare ancora una cospicua emergenza. Al recupero di Hernandez, si affiancano le assenze di Maignan, Kjaer, Calabria, Saelemaekers, Messias e Florenzi. A destra, con Dest davvero poco convincente, potrebbe scalare Kalulu con Gabbia centrale insieme a Tomori. Ballottaggio De Ketelaere-Diaz per il ruolo di trequartista con Krunic ancora adattato a esterno d’attacco.

Allegri, con Di Maria ancora squalificato, avanza Cuadrado nel ruolo di esterno d’attacco a destra con Kostic dalla parte opposta. Confermato il duo d’attacco Vlahovic-Milik. In mediana l’ex Locatelli affianca Rabiot, quest’ultimo reduce dalla doppietta con il Maccabi.

Milan (4-2-3-1): Tatarusanu; Kalulu, Gabbia, Tomori, Theo Hernandez; Bennacer, Tonali; Pobega, Brahim Diaz, Leao; Giroud.

Juventus (4-4-2): Szczesny; Danilo, Bonucci, Bremer, Alex Sandro; Cuadrado, Locatelli, Rabiot, Kostic; Milik, Vlahovic.

Rebic Theo Hernandez
Ante Rebic e Theo Hernandez (©LaPresse)

Torna il grande pubblico a San Siro

Ci sarà il tutto esaurito a San Siro, una quasi novità per Milan-Juventus. Gli ultimi tre precedenti disputati in casa rossonera si sono infatti disputati senza pubblico, compreso quello dello scorso gennaio quando, un’impennata dei contagi Covid in inverno, ha portato a una nuova restrizione degli accessi agli stadi di Serie A.

L’ultimo Milan-Juve con il pubblico a San Siro è stata la semifinale di andata di Coppa Italia del febbraio 2020 terminata 1-1 con il gol di Rebic e un  contestato rigore segnato da Cristiano Ronaldo nel finale.

Gli ultimi precedenti a San Siro

Bilancio in perfetta parità negli ultimi precedenti a San Siro con una vittoria per parte e un pareggio nelle tre sfide di Serie a disputate prima di quella odierna.
A luglio 2020, con la ripresa post lockdown, la clamorosa rimonta del Milan da 0-2 a 4-2 contro i bianconeri di Sarri futuri campioni d’Italia. Gennaio 2021, all’Epifania, uno scatenato Chiesa trascina la Juventus alla vittoria 1-3. Lo scorso gennaio, infine, scialbo 0-0 con poche emozioni.