Milan-Chelsea, il precedente Champions a San Siro: che beffa per i rossoneri – Video

Milan e Chelsea tornano ad affrontarsi a San Siro a 23 anni di distanza dall’unico precedente disputato anch’esso in Champions League. Vi raccontiamo come è andata

Quello di martedì 11 ottobre sarà la seconda sfida in assoluto tra Milan e Chelsea a San Siro in Champions League. L’altra si è disputata (quasi) ventitré anni fa, precisamente il 26 ottobre 1999. Anche all’epoca si giocava per il girone con il vecchio format di CL che prevedeva una doppia fase a gruppi prima di quella a eliminazione diretta.

Milan Chelsea
Milan Chelsea (Ansa Foto)

Inserite nel girone con l’Hertha Berlino e il Galatasaray, Milan e Chelsea si ritrovano contro a San Siro per la quinta giornata dopo lo 0-0 dell’andata a Stamford Bridge. La situazione di classifica era molto intricata con l’Hertha sorprendentemente prima a 8 seguita dal Chelsea a 7 e dal Milan a 5. Per i rossoneri un’unica vittoria con il Galatasaray, un pari con i Blues e appena un punto raccolto con l’Hertha, vincitrice 1-0 a Berlino.

Partita, dunque, decisiva per entrambe le squadre. Nel primo tempo, Abbiati grande protagonista con due parate su Flo e l’ex Genoa e Foggia, Dan Petrescu. Shevchenko, alle sua prime presenze in rossonero, è il più attivo dei suoi e colpisce il palo esterno con un colpo di testa.

Milan-Chelsea, pari beffa per i rossoneri

A inizio ripresa, il Milan si fa preferire ai Blues di Zola e Vialli (all’epoca allenatore dei londinesi) e sfiora in due occasioni il vantaggio con Ambrosini e Bierhoff. Sarà proprio il centravanti tedesco a sbloccare il risultato al 73′. Su una discesa sulla sinistra di Serginho, l’ex Desailly manca l’anticipo e Bierhoff anticipa Lebouef di testa battendo De Goey da distanza ravvicinata.

San Siro esplode per il meritato vantaggio rossonero che, tuttavia, dura solo tre minuti. Al 76′, un assist a spiovere di Di Matteo manda Wise a tu per tu con Abbiati. Il capitano del Chelsea stoppa e batte di prima intenzione il portiere rossonero. Finisce 1-1.

La settimana seguente, il Milan andrà a giocarsi il tutto per tutto all’Ali Sami Yen di Istanbul con il Galatasaray. Il ko per 3-2 con i turchi, subito in rimonta sull’1-2, condannerà i rossoneri all’eliminazione. Con quella vittoria il Galatasaray “retrocederà” in Coppa Uefa. Il maggio seguente, i turchi di Terim trionferanno in finale contro l’Arsenal a Copenaghen.

Chelsea e Hertha Berlino passarono alla successiva fase a gironi. Per i tedeschi, ultimo posto nel gruppo con Barcellona, Sparta Praga e Porto. I Blues, invece, arrivano fino ai quarti di finale, eliminati proprio dal Barcellona.