Milan, contratto lungo: arriva la firma

Nessun problema per una nuova firma: la voglia delle parti di andare avanti insieme è reciproca. Presto la fumata bianca

Si parla tanto di Rafael Leao in questi giorni. Il contratto in scadenza nel 2024 agita i tifosi del Milan, che vorrebbero vedere in rossonero, ancora per tanti anni, il fuoriclasse portoghese.

Stefano Pioli
Stefano Pioli (©LaPresse)

Come più volte dichiarato di Paolo Maldini, la voglia di andare avanti insieme è reciproca. I prossimi giorni saranno, finalmente, quelli della svolta. In casa Milan c’è ottimismo ma serve che arrivi la fumata bianca per allontanare una volta per tutte gli interessamenti di altre squadre, come Chelsea e Psg, che stanno monitorando con attenzione la situazione.

Rafael Leao, però, non è l’unico ad avere un contratto in scadenza a breve. Anche Ismael Bennacer ha un accorto fino al 30 giugno 2024. Si sta lavorando anche con lui così come con l’entourage di Pierre Kalulu, che quando arrivò firmò un contratto fino al 30 giugno 2025 a cifre davvero basse.

Calciomercato Milan, la firma più importante

Stefano Pioli
Stefano Pioli (©LaPresse)

C’è, infine, un altro contratto, forse ancora più importante, dei calciatori sopracitati, stiamo parlando di quello di Stefano Pioli. Il tecnico campione d’Italia vero artefice della rinascita del Milan ha un accordo in scadenza il prossimo 30 giugno. Il contratto prevede un’opzione di prolungamento per la stagione sportiva successiva ma è verosimile – come riporta Tuttosport – che le parti decidano di legarsi a matrimonio per più anni.

D’altronde Milan-Pioli è un’unione davvero produttiva, che sta dando in pieno i suoi frutti. La firma visti gli ottimi rapporti non tarderà ad arrivare e non appare certo in discussione.