Origi risolve finalmente il dubbio: “Il mio cognome si pronuncia così”

Origi nel post partita di Verona-Milan si dice contento della sua condizione fisica e risponde a una domanda curiosa su come si pronunci il suo cognome.

Stefano Pioli dopo l’intervallo di Hellas Verona-Milan ha messo dentro anche Divock Origi, oltre ad Ante Rebic, ed è rimasto contento della sua prestazione. Il belga ha fatto dei buoni movimenti, peccando forse a volte di lucidità in alcune situazioni.

Divock Origi
Divock Origi (©LaPresse)

Intervistato da DAZN al termine del match, l’ex Liverpool ha così commentato la sua performance odierna: “Mi sento bene. Per me è positivo essere rientrato dall’infortunio, riprendere ritmo e aiutare la squadra a vincere. Questo match è stato difficile e siamo felici dei 3 punti”.

Origi ha spiegato perché il Milan abbia incontrato così tanta difficoltà a Verona: “Hanno giocato con grande cuore e qualità, però anche il Milan alla fine ha dimostrato di averne e di essere la squadra più forte sui campi della Serie A. Dobbiamo continuare a dimostrarlo per essere nuovamente campioni d’Italia”.

Olivier Giroud felice del suo rientro per poter rifiatare? Il belga replica così: “Incredibile vedere la qualità che c’è qui. Sono contento di aiutare la squadra, tutti saranno importanti durante la stagione”.

Il telecronista Stefano Borghi gli ha chiesto quale sia la corretta pronuncia del suo cognome: “Orighi”.