Verona-Milan, Pioli: “Per Adli difficoltà normali. Origi ora libero mentalmente”

Pioli al termine di Verona-Milan ha parlato ai microfoni di DAZN: risultato positivo, prestazione non esaltante al Bentegodi.

Vittoria davvero sofferta per il Milan a Verona. L’Hellas ha giocato una grande partita e ha messo in grande difficoltà i rossoneri, comunque capaci di vincere 2-1 e di non perdere contatto con la capolista Napoli.

Stefano Pioli
Stefano Pioli (©LaPresse)

Stefano Pioli nel post-partita allo stadio Marcantonio Bentegodi ha parlato così ai microfoni di DAZN: “Vogliamo essere competitivi per le prime posizioni, dobbiamo vincere tante partite per pensare di lottare per rivincere il campionato. Dopo un approccio più che buono in cui potevamo dare una direzione alla partita, ci siamo disuniti e allungati, abbiamo lasciato troppi spazi. Soprattutto nelle difficoltà la squadra ha saputo lavorare bene, poi abbiamo giocatori di qualità che possono fare la differenza come successo con il passaggio di Rebic per Tonali”.

Si parla poi di Theo Hernandez e della sua posizione più accentrata: “Sia per dare meno punti di riferimento sia per attaccare diversamente. Alterniamo un po’ le posizioni per avere più giocate dentro il campo e liberare Leao negli uno contro uno. Stasera Faraoni l’ha marcato quando entrava dentro il campo”.

Ora una settimana per preparare il match col Monza: “In questa partita c’erano tante motivazioni per trovare la terza vittoria consecutiva e restare imbattuti in trasferta. Ora avremo tempo per preparare meglio la prossima partita e quelle successive. Questa vittoria è arrivata nel momento giusto per preparare il prossimo tour de force”.

Valutazione sui nuovi arrivati: “Per Adli partita non semplice, visto che il Verona marca a uomo. Comunque si è mosso bene e ha fatto alcune buone giocate, qualche difficoltà era normale. Thiaw, Vranckx e Dest sono arrivati a fine mercato, sono giovani e vengono da campionati diversi. Hanno grande potenziale e disponibilità a lavorare. Tra poco saranno pronti. Origi mi è piaciuto, sta bene finalmente. Si è liberato dall’infortunio della stagione scorsa, lo bloccava anche mentalmente. Ha qualità e forza, posso alternarlo con Giroud. Ho recuperato al 100% pure Rebic. Spero di recuperare anche Maignan, Kjaer e De Ketelaere perché giocando spesso si fa fatica a recuperare energie”.