Milan, aria di derby per Rebic: “A Zagabria non sarà come a Spalato”

Ante Rebic torna a giocare nella sua Croazia, ma domani sera sfiderà una squadra che per lui è la rivale assoluta fin da piccolo.

Domani sera Dinamo Zagabria-Milan sarà una partita importante per tutto il clan rossonero. Ma avrà un significato particolare per un calciatore specifico.

Ante Rebic (©LaPresse)

Vale a dire Ante Rebic, croato doc considerato uno dei migliori talenti dell’ultima generazione del suo paese. Rebic, classe 1993, torna in patria per una sfida molto delicata e decisiva.

Per lui sarà vera e propria aria di derby. La Dinamo è rivale storica del suo RNK Spalato, in particolare per questioni cittadine. Tra la capitale Zagabria e la storica città di frontiera Spalato c’è sempre grande confronto e sfida a distanza.

Rebic e le parole di sfida verso la Dinamo

Le parole del numero 12 del Milan, rilasciate all’emittente societaria Milan TV, aprono la porta ad un vero e proprio duello intimo. Lui, nativo di Spalato e legato alla sua città, si ritroverà da avversario a Zagabria.

Questo il commento di Rebic: “La Dinamo è una buona squadra, come hanno già dimostrato contro di noi. Lo conosciamo e l’abbiamo analizzato, speriamo di prendere 3 punti a Zagabria. Lo stadio Maksimir non è un ambiente così caldo come quello di Spalato…E’ bello tornare in Croazia, il campo sarà perfetto, lo stadio un po’ meno“.

Rivalità subito messa sul piatto da Rebic, che tornerà dunque nella capitale croata col dente avvelenato. Bisogna anche ricordare che il milanista da qualche tempo è uscito dai radar della sua Nazionale, per colpa di qualche atteggiamento sopra le righe che gli è costato l’esclusione del c.t. Dalic.