Milan, non si è ancora ambientato: “Qui è tutto diverso”

Le parole del calciatore fanno pensare e riflettere, soprattutto riguardo la sua scelta estiva di cambiare repentinamente maglia.

Non sempre le scelte di carriera per un calciatore appaiono giuste ed azzeccate. A volte si ragiona più con le tasche che con la testa e si propende per guadagnare qualcosa in più.

milan
Il Milan 2021-2022 (©LaPresse)

Ma c’è chi si pente facilmente delle proprie destinazioni. Forse è il caso di Franck Kessie, centrocampista ex Milan, il quale ha lasciato a costo zero i rossoneri dopo la vittoria dello Scudetto.

Già da tempo Kessie aveva scelto il Barcellona come sua nuova squadra. Un upgrade importante, sicuramente a livello economico visto il lauto ingaggio che oggi percepisce.

Kessie non ha ancora la fiducia di Xavi: la situazione

Se da un lato, quello economico, Kessie può essere soddisfatto, la parte tecnica invece latita. L’ivoriano al Milan era un leader intoccabile, un centrocampista tuttofare e sempre titolare. A Barcellona invece è uno dei tanti.

kessie
Franck Kessie (©LaPresse)

Kessie non ha ancora convinto Xavi a donargli lo spazio necessario. Interpellato da Sport.es, il rossonero ha fatto intendere di avere ancora problemi di adattamento: “Questa è una nuova sfida per me, sono appena arrivato. Mi devo adattare al Paese, alla lingua e al tipo di gioco, è tutto diverso rispetto a dove ero prima. Io cerco di lavorare e dare il meglio di me in ogni allenamento per avere un minutaggio maggiore e rendere soddisfatto il mio allenatore”.

Un cambiamento di ambiente e di gioco che Kessie sta faticando a somatizzare. Lo stesso Xavi ha fatto intendere come l’ex rossonero debba ancora lavorare tanto: “La concorrenza qui è agguerrita. Si sta allenando molto bene, ma è un grande professionista e sono sicuro che otterrà il giusto minutaggio”.

Chissà se Kessie in questo periodo sta rimpiangendo realmente il passato al Milan, dove era praticamente uno dei leader indiscussi, amato dai tifosi e al centro del progetto tecnico. Il Barça è un passo avanti prestigioso, ma a quale prezzo?