Gazidis e gli ingaggi di Bonucci e Donnarumma: “Troppo costosi”

Le parole di Ivan Gazidis nella lunga intervista rilasciata ad ESPN, il noto canale e portale di sport interessato al progetto Milan.

Ivan Gazidis è considerato uno dei manager sportivi di maggior esperienza nel mondo del calcio internazionale. Il dirigente sudafricano è attualmente amministratore delegato del Milan.

gazidis
Ivan Gazids (©LaPresse)

Negli ultimi anni Gazidis ha lavorato alacremente per migliorare sia i conti che gli introiti del club rossonero, scelto da Elliott Management per ricoprire questo ruolo chiave.

Inizialmente dissi a Elliott che c’erano candidati più in linea col calcio italiano – ammette Gazidis nell’intervista rilasciata a ESPN – Poi sono tornati sui loro passi e abbiamo scelto insieme questa avventura, non certo prima vi pressioni e di sfide”.

Gazidis sui costi del Milan e sugli ingaggi sbagliati

Tra i tanti temi toccati nell’intervista odierna, Gazidis ha messo l’accento sul problema del bilancio Milan. Spesso degenerato per via delle spese folli sul mercato e di ingaggi fuori portata per un club non in salute.

Prima dell’approdo suo e della gestione Elliott, il Milan si esibì in sessioni di mercato troppo dispendiose e soprattutto senza costrutto a livello sportivo. Gazidis punge in tal senso sia la gestione precedente, targata Yonghong Li, sia alcuni calciatori che hanno ottenuto super ingaggi senza dimostrare di valerli sul campo.

Leonardo Bonucci e Gianluigi Donnarumma (©LaPresse)

“C’erano molti contratti del genere, quasi troppi da ricordare, giocatori costosi come Bonucci per esempio. Oppure quando hanno blindato Gianluigi Donnarumma , un ottimo portiere, ma con un contratto molto costoso pur di trattenerlo. Certi contratti erano poco convenienti anche rispetto al rendimento. Ricordo almeno 10 esempi di contratti in tal senso. E i giocatori, quando sono pagati in eccesso rispetto alle loro prestazioni, sono davvero difficili da cedere”.

Il lavoro della dirigenza Milan in tal senso è stato eccellente, ma molto faticoso: Ancora oggi stiamo lavorando per migliorare la situazione salariale, con ultimi sforzi. Ma quando riesci a far uscire quei giocatori costosi, hai bisogno di qualcuno che arrivi al posto loro. L’unico modo per portarne di nuovi è spendere soldi e quindi la domanda è come spendere in modo efficace ed efficiente”.