Milan-Salisburgo, Tonali: “Vietato avere paura”. Pioli: “Attaccheremo”

Pioli e Tonali in conferenza stampa alla vigilia di Milan-Salisburgo di Champions League, match decisivo per la squadra rossonera.

Archiviata la delusione per la brutta sconfitta contro il Torino in Serie A, il Milan si rituffa sulla Champions League e nell’ultima giornata della fase a gironi affronta il Salisburgo. A San Siro si gioca una partita che i rossoneri non possono assolutamente perdere, altrimenti verrebbero eliminati dalla competizione.

Stefano Pioli
Stefano Pioli (foto MilanLive)

Alla squadra basta un pareggio per mantenere il secondo posto nel gruppo E e volare agli ottavi insieme al Chelsea, già qualificato e matematicamente primo. Non si può sbagliare domani sera. Il passaggio del turno è un obiettivo fondamentale, uno step di crescita per tutto il gruppo.

I tifosi riempiranno lo stadio e si aspettano una prestazione decisamente differente da quella opaca di domenica a Torino. Serve reagire e mettere in campo il gioco che ha caratterizzato la squadra in questi anni. L’avversario è di quelli ostici e va affrontato al massimo.

Milan-Salisburgo: Tonali in conferenza stampa

Alla vigilia di Milan-Salisburgo hanno parlato Sandro Tonali e Stefano Pioli in conferenza stampa da Milanello. A breve tutte le dichiarazioni.

Ha iniziato Tonali parlando del cammino europeo rossonero di questi anni:Abbiamo fatto un percorso che meritiamo, ci rappresenta tutti. Siamo partiti dal basso, dai preliminari di Europa League e siamo arrivati fino a qui. Siamo un momento importante della stagione, ci dà la possibilità di migliorare dall’anno scorso e raggiungere il primo obiettivo“.

La pressione della partita e il valore del Salisburgo:Non dobbiamo avere paura, la pressione è giusto che ci sia. Loro sono una squadra forte con caratteristiche precise, abbiamo lavorato molto su di loro e soprattutto su noi stessi. La paura va lasciata da parte. Dobbiamo essere lucidi, attenti e concentrati giocando come sappiamo“.

Essere a un passo dagli ottavi e rinnovo di Pioli:Gli abbiamo fatto i complimenti, li merita. Abbiamo lavorato sulla partita, dobbiamo fare una cosa sola domani. Non dobbiamo entrare in campo col pensiero di poter pareggiare, è l’unico errore da non fare. Da giocatori maturi bisogna capire che dobbiamo vincere, non dobbiamo pensare ad altro“.

Cosa è successo a Torino e che non deve succedere domani:Durante una stagione con tante partite può capitare una serata storta. Dopo essere partiti bene, non abbiamo saputo gestire bene i momenti. È andata così, però abbiamo dimostrato di sapere reagire alle sconfitte, dobbiamo farlo anche stavolta. Dobbiamo andare in campo lasciando da parte quello è successo“.

L’emozione di giocare in Champions League:Tutta la squadra sogna una grande emozione domani, sappiamo che importanza ha la partita. L’anno scorso non siamo riusciti a passare il turno, vogliamo farcela adesso. Giocheremo con tanta voglia ed emozioni per raggiungere questo obiettivo a tutti i costi“.

Come sta Rafael Leao:Sta bene, non bisogna basarsi su una singola partita. Oggi era molto sereno, non ha alcun problema“.

Notte preferita di Champions da tifoso:Tolte le finali, Milan-Manchester United 3-0 a San Siro. Una delle partite che mi ricordo meglio e che mi emozionano di più“.

La preparazione al match dopo il KO a Torino:A volte con così poco tempo a disposizione è meglio preparare la partita successiva, che è sempre la più importante. Abbiamo visto cosa non è andato, ci siamo concentrati su noi stessi come facciamo ogni settimana“.

Pioli in conferenza pre Champions League

Poi è toccato a mister Pioli, che ha cominciato parlando del significato del match col Salisburgo:Far bene domani significherebbe tanto. Si tratta del nostro primo obiettivo stagionale, ci siamo costruiti questa possibilità. Se non avessimo vinto una gara col Chelsea, sapevamo che l’ultima sarebbe stata decisiva. La squadra sa gestire questi impegni. Siamo delusi da domenica, però questa è un’altra competizione, un’altra competizione e un’altra avversaria. Solo grande concentrazione per domani“.

Non pensare al pareggio:Ha ragione Sandro. Non è il nostro modo di giocare quello di risparmiare energie e avere un atteggiamento di attesa, dobbiamo attaccare e dobbiamo farlo con compattezza ed equilibrio. Non dobbiamo cambiare il nostro modo di giocare“.

Il rinnovo:Mi sono segnato chi mi ha fatto i complimenti e chi no stamattina. Il club mi ha sempre dato fiducia e sono felice. Ho ringraziato i giocatori, perché senza il loro lavoro non sarebbe stato possibile tutto questo. Il percorso parte da lontano e passare il turno è qualcosa a cui teniamo“.

Dopo la traduzione lunga, Pioli ha scherzato col traduttore: “Hai aggiunto qualcosa?“.

Le insidie della partita:Dobbiamo mettere in campo le nostre qualità e le nostre caratteristiche, con attenzione e lucidità nelle scelte“.

Situazione Rafael Leao:Grandissimo giocatore, domani sarà al pieno della condizione e darà il massimo come tutti. Non ho dubbi“.

Possibile sorpasso su altri allenatori del Milan come panchine in rossonero:Ho fatto diventare un sogno la mia realtà, me la voglio gustare giorno dopo giorno e andare avanti più possibile“.

Ancora su Rafa Leao:L’ho visto bene, sorridente e concentrato. Abbiamo analizzato facilmente la partita di Torino. Se gli avversari si aspettano un Milan come quello di Torino, rimarranno delusi. Non ho dovuto motivare i miei giocatori, la partita in sé è così importante e lo sanno benissimo. Un privilegio vivere queste pressioni, dobbiamo fare di tutto per portare a casa l’obiettivo“.

Il rinnovo dopo la sconfitta col Torino e prima del Salisburgo:Ha significato tanto la tempistica, l’ho apprezzato tanto. Non hanno solo esercitato l’opzione, ma fatto un contratto più lungo. C’è voglia di continuare insieme per fare sempre più grande il Milan con obiettivi sempre più ambizioni. Ringrazio la proprietà, Paolo, Ricky e Ivan. Mi sono sempre sentito stimato e supportato“.

Reagire alla sconfitta:Siamo una squadra forte, abbiamo valori da mettere in campo e tante motivazioni. Il Salisburgo è un avversario di tutto rispetto, non è mai stato battuto, ma siamo forti e abbiamo tutte le carte adatte a fare bene“.