Pioli sorpreso da Cardinale: “Poteva usufruire di un’opzione…”

Pioli ha commentato il rinnovo del suo contratto con il Milan e ha detto delle parole che sicuramente faranno molto piacere ai tifosi rossoneri.

Dopo la brutta sconfitta contro il Torino, non sono mancate delle critiche al Milan. Come succede praticamente sempre, anche l’allenatore viene messo sul banco degli imputati. Come ha risposto la società rossonera alle critiche? Rinnovando il contratto a Stefano Pioli.

Gerry Cardinale
Gerry Cardinale (©LaPresse)

Nella giornata di lunedì, all’indomani del KO in Piemonte, il mister si è recato nella sede di via Aldo Rossi per firmare il prolungamento fino a giugno 2025. L’accordo precedente prevedeva una clausola per estendere di un anno il contratto, però la dirigenza ha deciso di stipulare un’intesa più lunga. Un grande segnale di fiducia verso il tecnico emiliano, che si è visto anche aumentare lo stipendio a circa 4 milioni di euro netti annui.

Adesso, però, si guarda avanti. Domani a San Siro c’è una fondamentale partita di Champions League contro il Salisburgo. Vietato fallire. Per accedere agli ottavi di finale basta un pareggio, però la squadra non deve entrare in campo con la mentalità di dover pareggiare.

Pioli su rinnovo e futuro del Milan

Oggi nella conferenza stampa Pioli è stato interpellato anche sul suo rinnovo del contratto e gli è stato domandato se i calciatori lo abbiano accolto in maniera particolare a Milanello: “Stamattina mi sono segnato chi mi ha fatto i complimenti e chi non me li ha fatti (ride, ndr). Il merito è di tutti, ho condiviso questo rinnovo con i ragazzi. Il club mi ha sempre dato fiducia, apprezzato, stimato e tutelato, questa è la cosa più importante per un allenatore. Sono felicissimo del rinnovo, ho ringraziato i giocatori perché senza di loro non sarebbe stato possibile fare il lavoro che abbiamo fatto”.

Il fatto che il club abbia deciso di farlo firmare dopo la brutta sconfitta contro il Torino e prima del match decisivo contro il Salisburgo è qualcosa che lo ha sorpreso positivamente: “Ho appezzato tanto anche la tempistica, non solo il fatto che la proprietà potesse usufruire di un’opzione per rinnovarmi il contratto di un anno e ha deciso di fare un accordo più lungo. È un segnale della nostra condivisione, della nostra collaborazione e della volontà di cercare di fare sempre più grande il Milan con obiettivi sempre importanti e ambiziosi. Ho apprezzato tutto di questo rinnovo. Ringrazio la proprietà, Paolo, Ricky e Ivan. Mi sono sempre sentito, stimato e supportato. Per un allenatore è fondamentale”.