Champions League, le italiane tifano “contro” il Milan: il motivo

Ecco perché le altre società italiane in Champions League sperano che il Milan possa non passare stasera agli ottavi di finale.

Stasera alle ore 21 in punto il Milan gioca forse la partita più importante di questa prima fase di stagione. Ovvero il passaggio del turno agli ottavi di finale di Champions League.

pioli
Stefano Pioli (Ansa foto)

Battendo o pareggiando con il Salisburgo a San Siro, la squadra di mister Pioli passerebbe alla fase successiva, agli scontri diretti che riprenderanno nel mese di febbraio 2023.

Al contrario in caso di sventurato k.o. interno, il Milan retrocederebbe di fatto in Europa League. Una situazione che non dispiacerebbe agli altri club italiani impegnati in Champions.

Juve, Inter e Napoli guadagnerebbero di più con l’eliminazione del Milan

I tre altri club della Serie A italiana presenti in Champions League stasera hanno un motivo per tifare ‘contro’. Stiamo parlando di Inter, Juventus e Napoli, pronte a non supportare il Milan.

Motivi non di tifo o di campanilismo, bensì semplicemente economici. Come spiega Calcioefinanza.it in caso di qualificazione agli ottavi di Champions del Milan, si abbasserebbero i ricavi delle tre suddette rivali secondo le regole del market pool.

L’UEFA divide infatti per le diverse leghe europee gli introiti di partecipazione alla Champions League. 20 milioni sono assegnati in base al piazzamento nel campionato precedente, gli altri 20 invece divisi tra le quattro partecipanti secondo i risultati nella fase a gironi.

Se il Milan non passasse il turno, Napoli e Inter guadagnerebbero 5,7 milioni, mentre la Juve già retrocessa 4,3 milioni di euro. In caso di successo stasera dei rossoneri, i guadagni delle rivali si abbasserebbero tutti di 300 mila euro circa, con il Milan che ricaverebbe 5,33 milioni per il secondo posto nel girone.