Milan, un punto per volare agli ottavi: il precedente Champions fa ben sperare

Il Milan stasera contro il Salisburgo spera di ripetere la mezza impresa di qualche anno fa nella fase a gironi di Champions League.

Una serata importantissima per il Milan quella odierna. I rossoneri alle ore 21 se la vedranno a San Siro contro il Salisburgo, match spartiacque della stagione.

giroud
Olivier Giroud (Ansa foto)

I rossoneri si giocano l’approdo agli ottavi di finale di Champions League. La gara sarà tesissima perché si tratterà di un vero e proprio scontro diretto per il primo posto.

Il Milan nella classifica del girone E vanta 7 punti conquistati, mentre il Salisburgo insegue a quota 6. La squadra di Stefano Pioli ha due risultati su tre a proprio favore: con una vittoria o con un pareggio si piazzerebbe aritmeticamente al secondo posto, volando direttamente alla prossima fase.

Milan, déjà-vu da Champions: l’ultima qualificazione agli ottavi

Una situazione già vista, che i tifosi del Milan più bravi con la memoria ricorderanno. Infatti l’ultima volta che i rossoneri si sono qualificati agli ottavi di Champions League, la questione fu molto simile.

Dobbiamo dunque tornare indietro alla stagione 2013-2014, l’ultima annata in cui il Milan prese parte alla competizione massima dell’Uefa prima del gradito ritorno dello scorso anno.

Ad un turno dalla fine della fase a gironi il Milan si ritrovava al secondo posto del proprio gruppo, a quota 8 punti, seguito dall’Ajax a quota 7 punti. Più o meno come la situazione attuale, con la banda Pioli ad una lunghezza di vantaggio sulla sua avversaria diretta.

E proprio Milan-Ajax a San Siro diventò la gara cruciale. Era l’11 dicembre 2013, ai rossoneri di Allegri bastava un punto per passare il turno, ma la bolgia del Meazza spingeva per una grande prova atta a prendersi una qualificazione meritata.

Il punteggio di quello scontro diretto fu uno 0-0 faticoso, complesso e sudato. Colpa dell’espulsione di Montolivo dopo 22 minuti di gioco e della spinta degli olandesi, pronti a tutto per fare uno sgambetto al Milan. Fu Christian Abbiati, con un paio di interventi decisivi, a spegnere i tentativi avversari e regalare un punto d’oro alla sua squadra, nonostante le mille difficoltà.

Non auguriamo al Milan di Pioli, Theo Hernandez e Leao una serata così ardua e da batticuore, ma di certo questo precedente così simile potrebbe spingere i padroni di casa a non sottovalutare niente e nessuno.