“Poco pubblicizzato ma sa fare tutto”: voti eccellenti per Krunic dopo Milan-Salisburgo

Pagelle eccellenti per Rade Krunic al termine di Milan-Salisburgo 4-0: il centrocampista bosniaco ancora una volta raccoglie consensi.

Giroud cecchino, Leao come sempre scatenato, persino Messias brilla e strappa applausi. Ma c’è un protagonista assoluto in questo Milan che non va affatto sottovalutato.

Krunic
Rade Krunic (©LaPresse)

Stiamo parlando di Rade Krunic, la mezzala bosniaca che ormai da qualche mese è divenuto un punto di forza della squadra di Stefano Pioli. Il mister, appena può, gli dà spazio e lo considera un jolly eccelso.

Da riserva non così esaltante, Krunic ha saputo sfruttare gli spazi ed inserirsi al meglio nel Milan di Pioli. Non è un caso se, nella cavalcata Scudetto della scorsa stagione, ha spesso trovato il posto da titolare.

La Gazzetta esalta Krunic: “Le buone azioni ritornano sempre”

Ieri contro il Salisburgo ancora Krunic è risultata la mossa azzeccata. Schierato sulla trequarti, ha accompagnato bene le azioni d’attacco e schermato gli uomini d’impostazione austriaci, arrivando persino a segnare la rete del 2-0.

I quotidiani odierni hanno premiato la sua prova. Voto altissimo dalla Gazzetta dello Sport, che gli ha assegnato un 7.5: “Fa sponde buone per tutti e le buone azioni ritornano sempre”. Il bosniaco viene valutato come utilissimo anche se poco pubblicizzato, anche in fase di chiusura.

Molto positiva anche la votazione di Corriere dello Sport eTuttosportI due giornali danno 7 al centrocampista, che a loro parere fatica ad entrare nell’economia del gioco nel primo tempo, per poi sbloccarsi ad inizio ripresa con il colpo di testa del raddoppio.

Voto 7 a Krunic anche dal Corriere della Sera. Bravo a ripagare mister Pioli della fiducia (preferito a due fantasisti veri come Diaz e De Ketelaere) ed a segnare di fino la rete del momentaneo 2-0.