Milan-Spezia, il gol di Maldini è regolare: ecco perché

Facciamo chiarezza sul regolamento riguardo le rimesse laterali, dopo il gol di Daniel Maldini in Milan-Spezia 2-1 di ieri sera.

Ieri sera Milan-Spezia ha rappresentato l’ennesima gara dai toni aspri e polemici, in particolare dal punto di vista arbitrale. La direzione del sig. Fabbri ha fatto discutere.

Daniel Maldini (©LaPresse)

Al Milan è stato annullato, tramite chiamata del VAR, il gol del 2-1 di Tonali ad inizio ripresa. Tutto per un intervento di Tomori all’avvio dell’azione che inizialmente l’arbitro aveva dichiarato corretta.

Ha fatto discutere i milanisti anche il gol del pareggio momentaneo dello Spezia. Ovvero la bellissima rete dell’ex Daniel Maldini, nata però da una rimessa laterale discussa battuta da Holm.

La rimessa discussa di Milan-Spezia: Marelli fa chiarezza

La polemica è scoppiata sui social nei confronti dell’arbitro Fabbri e del VAR, che nel caso dell’1-1 di Maldini non ha segnalato il possibile fallo laterale irregolare. Il terzino Holm è stato accusato di aver battuto la rimessa con i piedi già dentro al campo, dunque in maniera non consona.

Il regolamento sui falli laterali recita così: “Il lancio deve essere effettuato con entrambe le manifacendo passare il palloneda dietro a sopra la testa ed entrambi i piedi devono essere almeno parzialmente sulla linea laterale o sul campo per destinazione”. Dunque per essere considerata falloso, il movimento del calciatore che batte la rimessa dovrebbe invadere completamente con uno o due piedi la linea laterale.

Luca Marelli, ex arbitro ed esperto di moviola su DAZN, ha pubblicato un post su Facebook per fare chiarezza. Una sorta di memorandum per capire meglio quando il fallo laterale è eseguito correttamente e quando invece è da ripetere. In sintesi: il gol di Maldini è regolare, visto che il piede di Holm non ha superato interamente la linea.