Ha convinto a metà: un altro esame per prendersi il Milan

Il giocatore domani verrà rilanciato ed è chiamato ad una prova importante per convincere Stefano Pioli

Domani contro la Cremonese il Milan di Stefano Pioli dovrà fare a meno di due pedine fondamentali. Alla lunga lista di assenti si sono aggiunti Olivier Giroud e Theo Hernandez.

Cardinale-Maldini
Cardinale-Maldini (©LaPresse)

L’attaccante è stato espulso, dopo essersi levato la maglia (secondo giallo). Per il terzino, invece, è arrivata un’ammonizione,  dopo un parapiglia con i liguri, che lo ha porta ad essere squalificato (era diffidato). Theo Hernandez, che nelle gare ha indossato la fascia da capitano, è uno degli insostituibili di Stefano Pioli. Il tecnico campione d’Italia non rinuncia mai al suo giocatore, schierato, in questo inizio di stagione, praticamente in ogni ruolo.

Hernandez ha saltato per infortunio la partita di Empoli, in campionato, e quella contro il Chelsea, in Champions League. Due partite, in cui il posto è stato preso da Fode Ballo-Toure. Il nazionale senegalese non ha mai convinto in pieno e in estate avrebbe potuto lasciare il Milan. Il giocatore contro il club inglese ha fatto davvero male, non riuscendo a contrastare i propri avversari. E’ andata decisamente meglio contro i toscani, dove ha trovato un gol insperato, che ha permesso al Milan di conquistare tre punti preziosi.

Milan, tante squadre sulle tracce di Ballo-Toure

Fode Ballo-Toure
Fode Ballo-Toure (©LaPresse)

Ballo-Toure resta dunque sotto esame. Essere il vice di Theo Hernandez, uno dei terzini mancini più forti al mondo, è certamente complicato. Pioli ha dato prova di credere in lui ma nelle prossime sessioni di calciomercato una sua cessione non può essere esclusa.

D’altronde Toure è sul taccuino di diverse squadre: in Turchia piace tanto al Galatasaray, che ha dimostrato di avere una disponibilità economica importante. In Inghilterra ci ha pensato il Nottingham Forest ma il terzino è ben visto anche in Ligue 1. Serve una cifra superiore ai 5 milioni di euro per ottenere il via libera da parte del Milan. Il club rossonero, al momento, però, non ci pensa e si aspetta dal suo giocatore una prova di alto livello.