“Maignan non brucia le tappe”: niente Mondiale, Pioli lo aspetta

Nella serata di ieri sono arrivate le dichiarazioni di Deschamps. Interessanti quelle legate a Olivier Giroud ma soprattutto a Mike Maignan

Come raccontato nella serata di ieri sera, Didier Deschamps ha deciso di convocare Olivier Giroud, che volerà così in Qatar insieme a Theo Hernandez.

Stefano Pioli
Stefano Pioli (©LaPresse)

“Ci sono state delle discussioni con Olivier così come con altri giocatori – ha affermato il Ct transalpino in conferenza stampa -. Se è qui con noi è perché ho fiducia in lui e penso che sia giusto averlo con noi. Mi fido di Olivier e la sua situazione non è la stessa dell’estate del 2021… Non entro nei dettagli della questione, ma penso che sia meglio averlo al mondiale. Ma non deve segnare troppo altrimenti dopo prende i cartellini rossi (ride, ndr.)”, facendo riferimento all’espulsione rimediata dopo il gol contro lo Spezia.

Francia, no a Maignan: ecco perché

Mike Maignan
Mike Maignan (©LaPresse)

Su Footmercato è possibile leggere anche la motivazione che hanno spinto Deschamps a non chiamare Mike Maignan: “Se non c’è, è perché è ovviamente impossibile per lui essere a disposizione rispetto al tempo che c’è. Non bruciando le tappe, non sarebbe pronto. Il suo polpaccio gli crea ancora problemi. Non dobbiamo dimenticare che lunedì siamo a Clairefontaine per allenarci e che giovedì siamo già in direzione di Doha quindi bene…”

Una brutta notizia per Maignan, che non forzerà i tempi per essere a volare in Qatar Con Deschamps. Ora l’obiettivo è esserci fin da subito, nel 2023 con il Milan. Stefano Pioli e tutti i tifosi rossoneri lo aspettano.