Calciomercato, l’agente svela: “Il Milan lo avrebbe preso”

L’agente di un giocatore della Serie A rivela che il Milan era in corsa per l’ingaggio del suo assistito in passato.

L’Udinese da tantissimi anni è una squadra che individua giovani talenti da valorizzare e poi li vende a prezzi alti, realizzando importanti plusvalenze a bilancio. I casi sono molti. A volte sono altre società della Serie A a pescare dai bianconeri, in altre arrivano dall’estero offerte più convincenti.

Maldini Massara Milan
Paolo Maldini e Ricky Massara (©LaPresse)

Un caso recente è quello di Destiny Udogie, che il club friulano ha venduto al Tottenham per 25 milioni di euro ma riuscendo comunque a tenerlo a Udine in prestito per un’altra stagione. L’esterno italo-nigeriano interessava anche a Inter e Juventus, però gli Spurs hanno fatto la proposta migliore e il giocatore si trasferirà a Londra dall’estate prossima.

L’Udinese aveva investito meno di 3 milioni per comprarlo dall’Hellas Verona e quindi fa un buon affare con la sua vendita al Tottenham. E la possibilità di averlo a disposizione per un altro anno è di grande aiuto alla squadra allenata da Andrea Sottil.

Udogie, l’agente fa una rivelazione sul Milan

Udogie Milan
Destiny Udogie era nel mirino del Milan (©LaPresse)

Stefano Antonelli, agente di Udogie, ha parlato a Radio Crc e ha svelato alcuni retroscena che riguardano il suo assistito: “Il Tottenham lo ha tolto dal mercato, ma l’Udinese è stata brava a prenderlo quando il Verona aveva l’esigenza di vendere. Tutti lo avrebbero preso volentieri, anche Juventus e Milan. Però in quel momento l’Udinese ci ha creduto più di tutte le pretendenti e lo ha pagato 2,8 milioni di euro. Non era semplice prenderlo. Contro il Napoli fece una grande partita e penso che il Napoli avesse bisogno di un terzino sinistro. Anche il Torino lo avrebbe comprato subito, ma l’Udinese è stata più scaltra”.

Il procuratore rivela che pure il Milan aveva messo gli occhi sul laterale mancino, ancora quando vestiva la maglia dell’Hellas Verona. Tuttavia, da Udine si sono fatti avanti più concretamente e se lo sono assicurati. Come vice Theo Hernandez non sarebbe stato male, però sono state fatte altre scelte.