Milan, “ha accusato il colpo”: la triste verità dalla Francia

Secondo l’accreditato media francese, il giocatore del Milan ha accusato fortemente il colpo. Non si aspettava l’esclusione!

Le convocazioni ai Mondiali da parte delle diverse Nazionali hanno creato qualche clamore di troppo. Assenze illustri e presenze inaspettate hanno certamente infiammato gli animi dei tanti appassionati. Per quanto concerne il Milan, ad esempio, ha fatto molto discutere la mancata convocazione di Mike Maignan. Il portierone rossonero, a 27 anni, non aspettava altro che essere chiamato da Didier Deschamps, anche perché lo ha dimostrato sul campo di essere indubbiamente uno dei migliori al mondo.

Gruppo Milan
Gruppo Milan (©LaPresse)

Conosciamo tutti però le ultime precarie condizioni fisiche di Mike, che si era infortunato proprio con la maglia della Francia nella sfida di Nations League contro l’Austria. Un infortunio al polpaccio non di poco conto, e quando sembrava ormai recuperato la brutta ricaduta lo ha riposto tristemente ai box. Nonostante ciò, Magic Mike era fiducioso della chiamata di Deschamps, consapevole di poter lavorare sodo per recuperare dall’infortunio entro fine novembre.

Ma nulla da fare. Lloris, Aereola e Mandanda i tre portieri reclutati dal CT francese. RMC Sport ha fatto una significativa rivelazione su Maignan dopo le convocazioni.

Maignan, quanta delusione

RMC Sport ha fatto sapere che Mike Maignan, fortemente ottimista sulla chiamata di Deschamps, aveva intensificato il lavoro di recupero negli ultimi giorni. La notizia della mancata convocazione, secondo la medesima fonte, avrebbe fortemente scosso Mike. Pare che il portierone rossonero abbia accusato davvero il colpo, deluso perché a 27 anni non potrà partecipare al suo primo Mondiale nel quale sarebbe potuto essere gran protagonista.

Maignan
Mike Maignan (©LaPresse)

La speranza è che Maignan possa presto risollevare il suo morale, e concentrarsi sulla seconda parte di stagione. Ci saranno step importanti da affrontare col Milan, come gli ottavi di Champions League e quel primo posto in Serie A da inseguire. Forza Mike, nulla è perso!