Palmeri a TV Play: “Danilo, tocco di mano irregolare. Era rigore”

Il giornalista sportivo Palmeri ha commentato a TV Play l’episodio del rigore non concesso al Verona contro la Juventus per il tocco di mano di Danilo.

La partita tra Hellas Verona e Juventus ha lasciato non pochi strascichi. La squadra veneta si è lamentata pesantemente per la decisione arbitrale di non assegnare un calcio di rigore dopo il mani di Danilo in area bianconera. Sono scaturite tante discussioni che stanno andando avanti anche in queste ore.

Tancredi Palmeri
Tancredi Palmeri

Tancredi Palmeri in un intervento a TV Play, trasmissione Twitch di calciomercato.it, ha commentato così l’episodio avvenuto allo stadio Marcantonio Bentegodi: “Se avviene un’irregolarità è calcio di rigore e non importa se la palla sia diretta o meno verso lo specchio della porta. Vero, per quel che concerne i 12 centesimi di secondo, ma sappiamo che spazialmente la distanza è a 2 metri da Danilo. C’è una fallacità, che è motivo per cui è calcio di rigore, chi dice che il regolamento è così vi sta fregando eticamente”.

Il noto giornalista sportivo sostiene in maniera netta che al Verona andasse concesso il penalty contro la Juventus: “Non puoi fare quel movimento in area di rigore. Aumenti la passibilità di esporti a un rimpallo come questo, altrimenti renderebbe fine a se stesso il movimento di tutti i difendenti che cercando di mettere le mani dietro la schiena. Questo è un calcio di rigore, il rimpallo è a 2 metri e anche se fosse a 50 centimetri tu non puoi buttarti così in area. Abbiamo visto rigori in passato che si sono giustificati con la semplice spiegazione che, guardando il pallone, il volume del corpo non può aumentare in questo modo”.