Milan, ricordi Jovic? Da possibile erede di Ibra a rivale con la viola

L’avversario di oggi del Milan, ovvero Luka Jovic, è stato ad un passo dai rossoneri qualche anno fa secondo i rumors di mercato.

La Fiorentina che sfiderà il Milan oggi a San Siro porterà diversi elementi pericolosi in campo. In particolare gli ex di turno desiderosi di dimostrare il loro valore.

jovic
Luka Jovic (Ansa foto)

Giacomo Bonaventura, ex stella del Milan dal 2014 al 2020, e Riccardo Saponara, meteora rossonera quando era molto giovane. Ma oltre agli ex dal dente avvelenato, i padroni di casa dovranno tenere d’occhio anche un altro elemento.

Luka Jovic, attaccante che i tifosi del Milan più attenti ricorderanno per aver letto il suo nome spesso accostato al club rossonero. Jovic infatti per mesi è stato un obiettivo sicuro e chiaro per l’attacco di mister Pioli.

Jovic e i mille rumors sul Milan. Poi l’approdo alla Fiorentina

Era il particolarissimo anno 2020. La pandemia da Covid-19 frenava il calcio e tutti i campionati, dunque le cronache giornalistiche si concentrarono per settimane sul calciomercato, uno degli argomenti di maggior interesse in Italia.

Il Milan di Pioli, che preparava un ritorno in campo in grande stile, fu accostato per mesi al destino di Luka Jovic. Centravanti classe ’97, serbo, dalle capacità tecniche e realizzative innate, dimostrate ai tempi dell’Eintracht Francoforte.

jovic
Jovic e Alaba al Real Madrid (Ansa foto)

Jovic all’epoca era riserva del Real Madrid e, secondo le ricostruzione del periodo, Paolo Maldini sembrava pronto a strapparlo ai blancos come erede designato di Zlatan Ibrahimovic. Si parlò del serbo come di un acquisto certo, magari in prestito con diritto di riscatto, sponsorizzato persino dal futuro allenatore Ralf Rangnick, poi mai sbarcato (per fortuna) dalle parti di Milanello.

Mesi e mesi di notizie, rumors, dettagli, presunti contatti. Alla fine il Milan non trovò mai un accordo con il Real e il nome di Jovic restò una chimera, nonostante ogni tanto rispuntasse tra i possibili innesti di mercato.

Chissà come sarebbe andata l’avventura di Jovic in rossonero, al fianco di Ibra, Leao e l’amico Rebic (già compagno a Francoforte). Di certo la sua carriera inizialmente scintillante ha subito delle frenate: flop al Real, ritorno all’Eintracht senza squilli e oggi alla Fiorentina per provare ad emulare il connazionale Vlahovic. Oggi il Milan lo scoprirà da vicino, in una delle più comuni sliding-doors calcistiche.