Milan, il riscatto si avvicina: il piano di Maldini

La società sta valutando seriamente l’ipotesi arrivare a prendere il giocatore a titolo definitivo: ci sono due strategie applicabili

In questa prima parte di stagione il Milan ha fatto complessivamente molto bene, anche se non tutti i singoli hanno convinto a pieno, soprattutto per quanto riguarda i nuovi acquisti estivi.

Paolo Maldini
Paolo Maldini (©Ansa Foto)

Se da una parte Stefano Pioli ha ritrovato le certezze dello scorso anno nei giocatori chiave, dall’altra non ha ottenuto quanto si aspettava da tutti i nuovi arrivati. Qualcuno però sta facendo bene e con il passare delle settimane si sta inserendo sempre meglio nei meccanismi del gioco rossonero. Uno di questi è Sergino Dest, che dopo un inizio ovviamente a rilento, ora sta cominciando a fornire prestazioni convincenti.

Serviva solo un po’ di tempo per abituarsi al nuovo campionato e agli schemi del Diavolo, e ora il laterale americano sta dando il suo apporto. Gli infortuni di Calabria e Florenzi hanno inevitabilmente portato ad accelerare l’inserimento del classe 2000, che domenica scorsa con la Fiorentina è entrato molto bene in campo, facendo capire perché la dirigenza ha puntato su di lui.

Il Milan può trattenere Dest: le due ipotesi

Adesso Dest volerà in Qatar per giocare il Mondiale con gli Stati Uniti e poi nella seconda parte di stagione dovrà guadagnarsi la riconferma. Intanto però Maldini e Massara pensano all’ipotesi del suo riscatto. La decisione, come specifica Calciomercato.com, non è ancora stata presa, e la si prenderà in Primavera in accordo con il tecnico.

Certamente non c’è in piano di spendere i 20 milioni pattuiti con il Barcellona. O si proverà a chiudere a cifre più contenute o, più probabilmente, si punterà ad un rinnovo del prestito, per poi valutare meglio l’estate successiva, come si sta facendo per Brahim Diaz.