Rangnick e il rimpianto Milan: “Lavorano veramente bene”

Ralf Rangnick, attuale c.t. della Nazionale austriaca, ha parlato del Milan come squadra che poteva essere la sua qualche tempo fa.

I tifosi del Milan non possono dimenticare il nome ed il profilo di Ralf Rangnick. Nonostante non abbia mai avuto a che fare direttamente con il club rossonero, si è insistentemente parlato di lui in passato.

Nel 2020, durante il periodo del lockdown da Covid-19, al Milan è stato pesantemente accostato Rangnick come possibile tecnico e direttore generale, per una svolta societaria voluta da Ivan Gazidis.

Rangnick è stato un vero e proprio argomento principe delle cronache milaniste. Finché il club ha scelto di accantonare tale soluzione straniera puntando ancora su Stefano Pioli come capo dell’area sportiva.

Rangnick commenta l’andamento del Milan

Oggi Ralf Rangnick è commissario tecnico dell’Austria, che stasera sfiderà l’Italia in amichevole. Nella conferenza stampa di presentazione della sfida il c.t. ha parlato anche del Milan, sua (quasi) ex squadra.

Devo dire che seguo molto attentamente il campionato italiano. Il Napoli non perde un colpo, quest’anno sta dominando. Il Milan? Mi piace, ha vinto lo Scudetto meritando e sta facendo bene in Champions League. Devo dire che da 2-3 anni stanno lavorando veramente bene“.

Un pizzico di rammarico nelle parole di Rangnick, che poteva diventare capo dell’area tecnica del Milan e invece ha perso il treno due anni fa circa. Il suo destino lo ha portato nel caotico Manchester United, dove non è riuscito a qualificarsi in Champions chiudendo l’unica stagione da tecnico al quinto posto e rompendo i rapporti con Cristiano Ronaldo, leader della squadra.

Un bene invece per il Milan che con la continuità del progetto di Pioli e Maldini ha fatto un salto di qualità enorme. Dal 2020 ad oggi i rossoneri hanno vinto uno Scudetto, sono tornati con continuità in Champions e hanno visto accrescere la forza del proprio potenziale tecnico.