Calciomercato Milan, colpo in prestito: Maldini ha deciso

Il Milan potrebbe bussare alla porta del Chelsea per due giocatori: ma devono esserci determinate condizioni per fare le operazioni.

C’è la pausa per i Mondiali ed è un momento anche di riflessione in vista del mercato di gennaio. Il Milan, come altre società, deve valutare se e come eventualmente intervenire. Ci saranno delle cessioni (Adli e Bakayoko), ma i tifosi sperano anche di vedere almeno un volto nuovo a Milanello.

Stefano Pioli ha una squadra che numericamente può essere considerata completa, non c’è un ruolo nel quale non vi siano almeno due interpreti. Tuttavia, ce n’è sicuramente uno nel quale i milanisti sognano un upgrade già dall’ultima sessione estiva. Ci riferiamo a quello di esterno destro offensivo.

Il mister nel ritiro di Dubai riabbraccerà Alexis Saelemaekers, assente da mesi per un infortunio. La permanenza del belga non sembra in dubbio. Diverso è il discorso per Junior Messias, calciatore sul quale il Milan ha deciso di puntare ma che non sempre ha convinto.

Calciomercato Milan, arriva un esterno dal Chelsea?

Hakim Ziyech
Hakim Ziyech (©LaPresse)

Tra gli esterni offensivi che sono nella lista della società rossonera figura anche Hakim Ziyech, un vecchio pallino. Paolo Maldini e Frederic Massara lo apprezzavano molto già quando giocava nell’Ajax, ma nell’estate 2020 il Chelsea spese circa 40 milioni di euro per assicurarselo. Adesso il 29enne marocchino è fuori dai piani dell’allenatore Graham Potter e può lasciare Londra già a gennaio.

Il Corriere dello Sport oggi conferma che il Milan potrebbe ragionare sull’arrivo di Ziyech con la formula del prestito. Un tentativo verrà fatto, ma alle dovute condizioni. Una di queste è la riduzione dello stipendio, visto che il giocatore percepisce tanti soldi in Inghilterra. Solo così ci sarebbero i margini per fare un’operazione già nella finestra invernale del calciomercato.

Del Chelsea piace anche Armando Broja, attaccante che non sta giocando tanto con Potter. Da capire se i Blues lo cederanno in prestito, ma la sensazione è che per lui il Milan possa farsi avanti più in estate che e gennaio. Il reparto offensivo di Pioli sarà numeroso con il rientro di Zlatan Ibrahimovic. Essendoci anche Olivier Giroud e Divock Origi, difficile pensare che possa arrivare una nuova punta.