Maldini esalta il suo pupillo: “E’ unico, nessun altro è in grado di farlo”

Paolo Maldini ha utilizzato parole al miele nel parlare del suo pupillo in casa Milan, un giocatore con cui ha un legame stretto.

Il fautore della crescita tecnica e strategica del Milan negli ultimi anni è sicuramente lui. Paolo Maldini, storico capitano rossonero e oggi direttore dell’area tecnica.

A Maldini si deve la ricerca e la capacità di andare a prendere importanti rinforzi. La sua conoscenza del calcio italiano ed internazionale ha aiutato il Milan a scovare talenti e convincerli ad indossare il rossonero.

L’esempio più importante riguarda l’acquisto di Theo Hernandez. Fu Maldini in persona nel 2019 a volare ad Ibiza per parlare con lui e portarlo al Milan. Se si muove il grande Paolo infatti è difficile dire di no.

Maldini ed il confronto con il ‘figlioccio’ Theo Hernandez

Tra Maldini e Theo c’è infatti un rapporto splendido, costruito su una base in particolare: il francese milita nello stesso ruolo che ha fatto grande l’ex capitano del Milan.

maldini theo
Paolo Maldini e Theo Hernandez (©LaPresse)

Milan TV ieri sera Maldini ha esaltato Theo Hernandez con parole al miele sulle sue capacità: “Se Theo gioca un terzo delle sue partite nel Milan, mi batte, questo è chiaroo; io non sono mai stato un bomber. Se mi dovesse superare ne sarei contento, perché godrei di questi gol. Theo è un terzino molto particolare: quello che fa lui non lo fa nessun altro, soprattutto per la sua capacità di finalizzazione, di assist e di venire dentro il campo. Lui ha un po’ rivisto l’idea moderna del terzino. Soprattutto il primo anno sembrava aspettasse il 70esimo per fare queste volate che hanno qualcosa di incredibile, soprattutto se si pensa che la finalizzazione o l’assist vengono dopo 70 metri di corsa con la palla al piede”.

Il feeling tra il dirigente ed il numero 19 è talmente importante che Theo ha scelto anche di rinnovare il contratto a lungo con il Milan, probabilmente anche per merito di Maldini.