Mexes, dieci anni fa la magnifica rovesciata con l’Anderlecht: il video della prodezza

Era il 21 novembre 2012 quando Philippe Mexes decise di entrare nella storia del Milan con uno dei gol più belli di sempre

Una stagione, quella 2012-13, iniziata non al meglio per il Milan. Le scorie del campionato precedente perso nel testa a testa contro la prima Juventus di Conte, le cessioni eccellenti di Thiago Silva e Ibrahimovic passati al PSG e gli addii di Nesta, Gattuso e Inzaghi hanno fatto sentire eccome i loro effetti nella prima parte dell’annata.

Philippe Mexes
Philippe Mexes (Ansa Foto)

C’era ancora Massimiliano Allegri in panchina. Non un’impresa facile per l’ex tecnico rossonero la ricostruzione di un nuovo gruppo squadra, rinforzato dagli arrivi di Bojan, Pazzini, De Jong, Zapata Acerbi e Constant.

Emblema delle difficoltà del Milan, l’inizio di campionato, nel quale i rossoneri si sono subito allontanati dalla lotta per il vertice. Difficile anche il cammino in Champions League nel girone con lo Zenit San Pietroburgo di Spalletti (rinforzatosi con gli acquisti last minute di Hulk e Witsel), il Malaga di Isco e i belgi dell’Anderlecht, di nuovo avversari dei rossoneri nella massima competizione europea.

Mexes e il magnifico gol all’Anderlecht

E’ il Malaga a fare l’andatura nel girone di Champions con ben 10 punti nelle prime quattro partite. Il Milan ne aveva 5, seguito dall’Anderlecht a 4 e dallo Zenit a 3.

Il 21 novembre 2012,a Bruxelles, quello tra Anderlecht e Milan è un vero e proprio spareggio qualificazione per il secondo posto. I rossoneri giocano una buona partita e passano in vantaggio con Stephan El Shaarawy in avvio di ripresa. Una prima parte di stagione da protagonista assoluto per il Faraone che si prende su di sè tutto il peso dell’attacco.

Quella sera però a Bruxelles, il protagonista sarà un altro. Al 71′, sugli sviluppi di una punizione calciata da Montolivo, Mexes stoppa e si coordina in una rovesciata assurda dal limite dell’area di rigore. Il pallone calciato dal difensore transalpino compie una traiettoria impensabile che termina il suo percorso all’angolino della porta difesa da Proto. Un gol pazzesco che a molti ha ricordato quello di Mauro Bressan in un Fiorentina-Barcellona di Champions. Incontenibile l’esultanza di Mexes, travolto dall’abbraccio dei compagni.

Il Milan vincerà quel match 3-1 con gol di Pato nel finale, guadagnandosi la qualificazione agli ottavi con un match di anticipo. Quella Champions finirà agli ottavi contro il Barcellona di Messi. Mexes, comunque, sarà ancora decisivo in quella stagione con il gol all’ultima giornata contro il Siena, decisivo per la qualificazione in Champions dei rossoneri.