Addio Leao, l’ex Milan: “C’è un limite, così va via”

Le dichiarazioni dell’ex Milan non lasciano dubbi: schiena dritta con Rafael Leao. Ecco le parole ai microfoni di Tuttosport

Rinnovo e gol. E’ inevitabile continuare a parlare di Rafael Leao. L’attaccante portoghese si è reso protagonista anche ai Mondiali, con la maglia della propria nazionale. Gli sono bastati pochi minuti per andare in gol.

La domanda, che in questo momento, tutti si pongono è se un ottimo Mondiale farà alzare le richieste da parte dell’entourage del campione classe 1999. Una domanda lecita ma dare una risposta al momento è difficile. E’ certo che aumenterebbero le richieste da parte dei club. Il rinnovo di Leao continua dunque a tormentare i tifosi del Milan.

 

Milan | Leao, Pioli e Champions: parla Costacurta

Rafael Leao
Rafael Leao (©LaPresse)

Billy Costacurta – intervenuto ai microfoni di Tuttosport – ha le idee chiare in merito a come comportarsi con il giocatore e il suo rinnovo: “C’è un limite a tutto – afferma l’ex rossonero -, il Milan con questa dirigenza ha fissato dei limiti. Se Leao non dovesse accettare la proposta di rinnovo che gli verrà sottoposta, allora andrà dove vorrà lui. Mi piace questa filosofia del Milan. Se Leao dovesse disputare un grande Mondiale e si presentasse una squadra con un’offerta importante, io sarei per darlo via subito. Maldini e Massara saprebbero trovare dei sostituti all’altezza per rimanere a determinati livelli”.

Costacurta dice la sua sul paragone Pioli-Ancelotti: “Ci sta benissimo, entrambi, emiliani delle stesse zone, quando sono arrivati al Milan non avevano un’etichetta vincente. Carlo grazie al suo carattere aveva saputo costruire un grande gruppo e in questo Stefano lo ricorda molto: ha creato empatia con tutti i suoi giocatori. Hanno davvero molte cose in comune”.

Qualificazione ai Quarti possibile: “Sia Milan che Inter sono state fortunate: non tanto per il valore di Tottenham e Porto, quanto per chi hanno evitato nel sorteggio. Possono passare il turno”.