Milan, infortunio confermato: “Avverte ancora fastidio”

Un giocatore rossonero ha accusato un problema fisico al Mondiale in Qatar: è in dubbio per l’ultima partita della fase a gironi. Ne ha parlato il CT.

Il Milan sta seguendo con grande attenzione il Mondiale che si sta disputando in Qatar. Oltre a visionare potenziali acquisti per il futuro, sono sotto osservazione quei calciatori che già fanno parte della squadra di Stefano Pioli.

Ieri è andata in scena la sfida tra la Francia della coppia Theo Hernandez-Giroud e la Danimarca di Simon Kjaer. Ha vinto la nazionale guidata da Didier Deschamps per 2-1 grazie alla doppietta di Kylian Mbappé, il cui primo gol è arrivato sull’assist del terzino sinistro rossonero. Quest’ultimo aveva già servito un assist nella prima partita contro l’Australia, sta vivendo un buon momento.

Kjaer infortunato: a rischio per Australia-Danimarca

Simon Kjaer
Simon Kjaer (©Ansa Foto)

Kjaer alla vigilia del match veniva dato come titolare, però poi non ha giocato contro la Francia. Kasper Hjulmand, commissario tecnico della Danimarca, ha spiegato così l’assenza del capitano danese: “Sapevamo che non poteva giocare e non sappiamo se potrà farlo mercoledì contro l’Australia. Avvertiva ancora un fastidio, ne abbiamo avuto conferma nell’ultimo test che abbiamo effettuato. Ma Nelson ha fatto un buon lavoro”.

Il difensore del Milan ha un piccolo infortunio che non gli ha consentito di scendere in campo e che rischia di costringerlo a guardare da fuori anche contro l’Australia della sfida di mercoledì. Non si tratta di qualcosa di grave, quindi non c’è preoccupazione particolare al momento. Anche Stefano Pioli può stare tranquillo. Invece il ct Hjulmand sicuramente preferiva avere Simon a disposizione.

Lo stesso Kjaer ha parlato delle sue condizioni: “Ho sempre voglia di giocare, però la coscia non era all’altezza di disputare 90 minuti. Devo tenerla sotto controllo. Spero di essere disponibile contro l’Australia. La decisione di non giocare è stata presa per evitare che la situazione peggiorasse. In panchina non mi sento a mio agio, ma la scelta è stata quella corretta”.