Ambrosini elogia Maldini: “Ha trasferito l’ambizione alla squadra”

L’ex centrocampista dei rossoneri ha elogiato il lavoro del dirigente ed ex compagno di squadra, ma anche quello del tecnico

In una lunga intervista a Tuttosport, l’ex calciatore del Milan, Massimo Ambrosini, ha analizzato numerosi temi in casa Milan, soffermandosi anche sulla dirigenza e sui piani di crescita del club.

Maldini Pioli
Paolo Maldini e Stefano Pioli (©LaPresse)

L’ex capitano rossonero ha elogiato ovviamente lo straordinario lavoro di Paolo Maldini, considerato fondamentale nel progetto di rinascita del Diavolo: “Non è importante, è fondamentale perché ha sempre unito una professionalità evidente a un’ambizione naturale, e il suo riconoscersi così tanto nella società ha fatto sì che questa ambizione si trasferisse alla squadra. E con essa un senso di responsabilità verso la storia che ha questo club”.

Ambrosini ha poi speso parole al miele anche per l’allenatore Stefano Pioli, spiegando quali sono le qualità che apprezza maggiormente in lui e come ha migliorato la squadra dal suo arrivo: “La sua dote migliore? La capacità con cui ha trasferito ai giocatori la presa di coscienza della forza della squadra, il non aver mai concesso alibi a nessuno, il fatto di non essersi mai pianto addosso a fronte delle difficoltà in passato. Con lui la squadra è sempre stata spavalda ma mai presuntuosa”.

Secondo l’attuale commentatore Dazn non ci sono dubbi che il club rossonero possa aprire un nuovo ciclo vincente con questi protagonisti: “Se il Milan può aprire un ciclo? Certo, anche perché Paolo e Stefano Pioli hanno sempre mantenuto alta l’asticella dell’ambizione. Per creare un ciclo ci vogliono anche serietà progettualità e mentalità. Questa squadra è pronta per competere per più anni, che è la base per restare in alto”.