Juventus: chiesto rinvio a giudizio per Andrea Agnelli, Nedved e altri 11

Per 13 dei 16 indagati della Juventus coinvolti nell’inchiesta per falso in bilancio è stato chiesto il rinvio a giudizio: adesso deciderà il Gip.

Il caso Juventus continua a tenere banco in questi giorni. Com’è noto, il Consiglio di Amministrazione si è dimesso e ciò va ricondotto all’indagine Prisma avviata dalla Procura di Torino per le presunte irregolarità di bilancio delle scorse stagioni.

Andrea Agnelli con Maurizio Arrivabene e Pavel Nedved (©LaPresse)

I reati contestati sono falso in bilancio, aggiotaggio, ostacolo alla vigilanza Consob e false fatturazioni. Come riferito da repubblica.it, stamattina i pubblici ministeri Marco Gianoglio, Mario Bendoni e Ciro Santoriello hanno inviato al GIP (Giudice per le Indagini Preliminari) la richiesta di rinvio a giudizio per 13 delle 16 persone indagate. Sono stati esclusi tre componenti del collegio sindacale bianconero: Silvia Lirici, Nicoletta Paracchini e il presidente Paolo Piccatti. Per loro si dovrebbe andare verso l’archiviazione. I tre sindaci hanno parlato con i magistrati e hanno dimostrato l’estraneità ai fatti.

L’agenzia AGI spiega che i Pm hanno chiesto processo per Andrea Agnelli, Pavel Nedved, Fabio Paratici, Marco Re, Stefano Bertola, Stefano Cerrato, Cesare Gabasio, Maurizio Arrivabene, Francesco Roncaglio, Enrico Vellano, Stefania Boschetti e Roberto Grossi.

Al centro dell’inchiesta ci sono plusvalenze considerate artificiali per 155 milioni di euro, oltre a notizie false sulla manovra stipendi e perdite d’esercizio inferiori a quelle reali. Con il passare delle ore e dei giorni emergono sempre più dettagli su questa delicata vicenda.

Stando a quanto rivelato da Tuttosport, i legali della Juventus hanno presentato ricorso alla Procura Generale della Corte di Cassazione per spostare il procedimento da Torino a Milano, sottraendolo così ai magistrati che hanno avviato le indagini. Gli avvocati bianconeri ritengono che il foro di competenza territoriale sia il capoluogo lombardo, dato che il club è quotato in Borsa. La Procura di Torino è di parere diverso, considera di essere competente in materia e si oppone al trasferimento. Tra 15 giorni ci sarà il verdetto.