Rimpianto Milan, la rivelazione del giornalista: “Gli hanno preferito Adli”

Dopo le ottime prestazioni adesso il prezzo del centrocampista è schizzato alle stelle: grande occasione persa per i rossoneri

Negli ultimi anni il Milan ha lavorato molto bene sul mercato e ha portato in rossonero tantissimi giocatori di livello, che sono cresciuti mese dopo mese aumentando esponenzialmente il loro valore. Eppure qualche rimpianto di mercato ce lo ha anche il Diavolo.

Maldini Massara
Paolo Maldini e Frederic Massara (©LaPresse)

Questa estate ad esempio Maldini e Massara si sono trovati a dover affrontare la questione del sostituto di Franck Kessie. L’ivoriano è andato a scadenza e si è trasferito in Spagna al Barcellona, lasciando un vuoto importante nella squadra di Stefano Pioli. Il primo obiettivo per rimpiazzarlo è sempre stato il portoghese Renato Sanches, ma a un certo punto si è avvicinato anche un altro profilo.

Si tratta di Enzo Fernandez, che proprio in estate si è trasferito dal River Plate al Benfica. Per diverse settimane il suo nome è stato accostato anche al Milan, ma alla fine non se ne è fatto niente. Negli ultimi giorni di mercato è arrivato Aster Vranckx dal Wolfsburg e il club ha deciso comunque di puntare forte su Yacine Adli, bloccato già l’anno prima ma lasciato in prestito al Bordeaux.

Fernandez e Alvarez protagonisti al Mondiale: occasione persa per Milan e Inter

Chiaramente arrivare a Enzo Fernandez sarebbe stato un affare, perché l’argentino ora è protagonista al Mondiale con l’Albiceleste e il suo prezzo è schizzato alle stelle, ma c’è già una clausola di 120 milioni che rende impossibile arrivare al giocatore. Il giornalista della Gazzetta dello Sport Carlo Laudisa, parlando sul canale Youtube di Carlo Pellegatti, ha inoltre raccontato il retroscena: “Fernandez è finito al Benfica per 12 milioni di euro, mentre il Milan gli ha preferito Adli.

Fernandez e Alvarez
Fernandez e Alvarez (©LaPresse)

Laudisa ha parlato anche di Julian Alvarez, rimpianto invece per l’Inter, anche lui protagonista al Mondiale con l’Argentina e in estate proposto ai nerazzurri. “I nerazzurri hanno considerato troppi i 20 milioni della clausola”.