Ziyech-Milan, a gennaio si può: la soluzione che accontenta tutti

Le ultime sul possibile affare sull’asse Milano-Londra per Hakim Ziyech, il fantasista del Chelsea che è seguito dai rossoneri da tempo.

Ormai non è più un mistero. Hakim Ziyech è l’uomo che il Milan ha individuato come rinforzo ideale per la fase offensiva, per curare alcuni difetti e mancanze in fatto di estro e fantasia.

Hakim Ziyech marocco
Hakim Ziyech (©LaPresse)

Nonostante Stefano Pioli sia contento del suo parco giocatori, uno come Ziyech servirebbe non poco al Milan. Un fantasista che sa giocare sia come esterno d’attacco che come numero 10 puro, volendo anche come mezzala di centrocampo.

In molti però sollevano dubbi sulla reale riuscita dell’operazione con il Chelsea a gennaio. Per un semplice motivo: Ziyech guadagna davvero tanto, 6 milioni netti a stagione. Troppi per le casse e per i parametri del Milan a livello di ingaggio.

Prima il prestito, poi il taglio dello stipendio

L’aggiornamento odierno della Gazzetta dello Sport parla chiaro. Il Milan spera di trovare una soluzione che accontenti tutti già per la sessione di mercato invernale.

Sa bene che il Chelsea ha messo Ziyech in vendita, mentre lo stesso marocchino appare attratto dall’idea di cambiare squadra e giocare dove possa venire valorizzato.

Il piano potrebbe essere il seguente: il Milan prenderebbe Ziyech in prestito per sei mesi, con un piccolo aiuto del Chelsea sullo stipendio netto del marocchino fino al 30 giugno. Poi si garantirebbe il diritto di riscatto del classe ’93 (da stabilire la cifra). A quel punto sarebbe Ziyech stesso a fare un sacrificio: tagliarsi lo stipendio di almeno 1-1,5 milioni annui pur di giocare in rossonero.

Se tutto ciò quadrerà, già a gennaio si apriranno le porte al trasferimento tanto chiacchierato. Il Milan avrebbe da subito in rosa un talento internazionale e voglioso di rilanciarsi, il Chelsea farebbe spazio nella sua rosa e Ziyech sarebbe pronto e motivato, all’alba dei 30 anni, per una nuova avventura.