Bennacer-Milan, incontro per la svolta: ma spunta l’offerta del Chelsea

Bennacer e il Milan presto avranno un confronto per cercare l’accordo sul rinnovo. Sullo sfondo ci sono società inglesi, a partire dal Chelsea: offerta pronta.

Se per Rafael Leao si aspetterà la fine del Mondiale in Qatar, invece con Ismael Bennacer la dirigenza del Milan spera di trovare prima l’intesa per il rinnovo. È una trattativa che, per quanto non semplice, è meno complicata di quella riguardante il portoghese. In ballo ci sono cifre più basse.

Ismael Bennacer
Ismael Bennacer (©LaPresse)

In queste settimane c’è stato un grande cambiamento, dato che il giocatore ha lasciato l’agente Moussa Sissoko per affidarsi a Enzo Raiola. La negoziazione, che era iniziata diverso tempo addietro, è ripartita con un procuratore diverso con il quale interloquire. Bisognerà vedere se sarà più semplice giungere a un accordo o se la situazione rimarrà complicata.

Il giornalista esperto di calciomercato Alfredo Pedullà rivela che la prossima settimana ci sarà un vertice tra Raiola e il Milan. Le parti proveranno ad avvicinarsi alla firma del rinnovo. Bennacer è assolutamente disponibile a rimanere in rossonero con un nuovo contratto, ma lo stipendio non potrà essere inferiore a 4 milioni di euro netti a stagione più bonus.

Rinnovo Bennacer, summit col Milan: ma occhio al Chelsea

Ismael Bennacer
Ismael Bennacer (©LaPresse)

Maldini e Massara devono cercare di fare in fretta, anche perché sullo sfondo non mancano le società estere interessate al centrocampista. Il Chelsea lo apprezza molto e sarebbe disposto a investire 40 milioni già nella sessione di mercato in programma a gennaio. Pure il Manchester United è interessato, mentre il Liverpool è un po’ defilato in questo momento. La Premier League è un campionato che intriga Bennacer, che in passato ha militato nell’Arsenal.

Il Milan spera di riuscire ad accelerare la trattativa per il rinnovo. Blindare l’ex Empoli è molto importante. Si tratta di un elemento fondamentale nella squadra di Stefano Pioli. Ha lui le chiavi del gioco e perderlo sarebbe un vero peccato. Il contratto scade a giugno 2024, quindi in ogni caso il trasferimento avverrebbe al massimo entro l’estate prossima e non a parametro zero. Però la dirigenza conta di raggiungere un’intesa e di blindare anche lui.