Cristiano Ronaldo guadagnerà 380 euro al minuto nella sua nuova squadra

Dalla Spagna rivelano quella che dovrebbe essere la prossima destinazione di Cristiano Ronaldo, liberatosi dal Manchester United: pronto un contratto pazzesco.

Adesso è concentrato sul Mondiale con il suo Portogallo, ma Cristiano Ronaldo sta facendo anche delle riflessioni sul suo futuro. Recentemente ha firmato la risoluzione del contratto che lo legava al Manchester United e sta cercando una nuova squadra per il 2023. Circolano tante indiscrezioni sull’argomento.

Cristiano Ronaldo
Cristiano Ronaldo (©Ansa Foto)

È spesso trapelata la sua volontà di continuare a giocare in Europa per disputare nuovamente la Champions League, una competizione che lo ha visto protagonista e trionfatore per tante edizioni. Tuttavia, non sembra esserci nessun top club interessato al suo ingaggio in questo momento. Ci sono stati dei rumors sul Chelsea e altre società, però pare che esista alcuna offerta concreta.

L’agente Jorge Mendes ha bussato alla porta di diversi club, si dice anche del Milan, ma senza particolare successo. Salvo sorprese, CR7 sarà “costretto” a lasciare il Vecchio Continente per proseguire la sua carriera da calciatore. Una destinazione molto quotata era la Major League Soccer, campionato in forte crescita in questi anni. Negli Stati Uniti il portoghese sarebbe un’autentica star e il suo arrivo potrebbe trascinare ulteriormente lo sviluppo del movimento calcistico locale. Però, potrebbe essere altrove il suo futuro.

Calciomercato, Cristiano Ronaldo in Arabia Saudita: le ultime news

Secondo quanto rivelato da Marca, Cristiano Ronaldo dal 1° gennaio 2023 sarà un nuovo giocatore dell’Al Nassr. Pronto un contratto da due anni e mezzo per un totale di quasi 200 milioni di euro a stagione. Il trasferimento in Arabia Saudita lo renderebbe l’atleta più pagato al mondo.

Cristiano Ronaldo
Cristiano Ronaldo (©Ansa Foto)

Da diversi giorni si parla del possibile passaggio all’Al Nassr, squadra allenata da Rudi Garcia (ex Roma), ma era trapelata anche la non piena convinzione di CR7 in merito a questa operazione. In queste ore dalla Spagna hanno ribadito che il futuro del campione portoghese dovrebbe essere proprio in Arabia Saudita.

Sarebbe una decisione sorprendente per un calciatore abituato a militare in competizioni top e che, così facendo, approderebbe invece in un campionato dove il livello è molto basso. Chiaramente una scelta di tipo economico. Di fronte a certe cifre è normale vacillare, però è sportivamente più comprensibile andare in MLS che nella Saudi Professional League.